Tag: seriebrugby

Ragusa Rugby, test Paganica

Domenica impegnativa per gli iblei

Dopo la vittoria all’insegna della determinazione e dell’entusiasmo contro la Partenope, i ragazzi del Ragusa Rugby guidati da coach Peppe Berretti sono chiamati, domenica, a sfidare Paganica.

Un esame casalingo importante per la crescita degli iblei, come sottolinea il presidente, Erman Dinatale. “Abbiamo dato una bella iniezione di entusiasmo e di voglia con la vittoria di domenica – spiega – ora, ovviamente, il prossimo test sarà fondamentale non tanto per il risultato ma per capire se quelle risposte, che del resto abbiamo sempre avuto durante tutta la stagione, in termini di immpegno ed entusiasmo saranno confermate dopo l’ultima bella prova”.

Appuntamento allo stadio del Rugby di via Forlanini con inizio alle 11 e invito generale per il successivo terzo tempo.

Anche perchè, nel pomeriggio, sarà la volta delle atlete della Seven Femminile, impegnate, a partire dalle 15, nel raduno di Coppa Italia Sicilia che vedrà, oltre alle iblee, anche Palermo, Cus, Briganti e Malta.

“Sarà un altro passo avanti – spiega coach Lorenzo Dimartino – nel percorso intrapreso e che, in particolare nell’ultimo raduno, ha visto una vera e propria prova di carattere e di forza da parte delle nostre atlete. Ora, in casa, si tratta di replicare quell’intensità e quell’entusiasmo che mi ha lasciato davvero soddisfatto nelle ultime prove e che segna il miglior viatico in vista della prossima stagione”.

Ragusa Rugby, triplice impegno

Domenica di grandi sfide per gli iblei

Triplice impegno per il Ragusa Rugby, domenica, su più fronti.

Si parte, alle 12, nello stadio del Rugby di via Forlanini, con il primo appuntamento per l’Under 17, impegnata con i pari età delle Fiamme Oro Roma, per la seconda giornata dell’interregionale, in quanto, nella prima, gli iblei hanno riposato.

“Sarà una sfida impegnativa – spiega Lorenzo Dimartino, responsabile tecnico del settore giovanile – anche perchè affrontiamo quella che è indicata come una delle migliori formazioni impegnate nel nostro girone. Sarà un ottimo test per capire a che punto siamo del nostro percorso e per vedere, in diretta, i progressi che abbiamo fatto in queste settimane di duro allenamento. L’invito è per tutti gli appassionati e curiosi, di venire allo stadio a sostenere i nostri ragazzi”.

Il Ragusa Rugby, peraltro, come detto, potrà contare sulla importante collaborazione con San Gregorio, che consentirà di aumentare ulteriormente il tasso tecnico e l’entusiasmo degli atleti iblei.

L’Under 17 al gran completo

La gara sarà trasmessa anche in diretta Facebook sui canali del Ragusa Rugby.

Alle 14,30, invece, impegno per la Senior Femminile, a una sola settimana di distanza dalla bella giornata di domenica scorsa, con la giornata di Coppa Italia Sicilia che farà tappa a Palermo.

“Siamo davvero entusiaste – spiega Loide Agosta – perchè, anche nella festa di domenica a Ragusa, abbiamo potuto registrare importanti progressi e novità dal punto di vista non solo tecnico ma anche agonistico. Sono certa che sarà un’altra giornata all’insegna dell’entusiasmo e del divertimento”.

Senior Maschile a Roma, Under 17 in casa, Senior femminile a Palermo

Ultimo appuntamento, ma non il meno importante, alle 14,30, con la trasferta in programma per la Senior Maschile, impegnata contro l’U.S. Roma Rugby.

“Non sarà facile – spiega il presidente del Ragusa Rugby Union, Erman Dinatale – anche perchè dobbiamo fare i conti con una formazione ancora rimaneggiata e contro una squadra, l’U.S. Roma, che sicuramente ha molte frecce al proprio arco. Come sempre, per noi, sarà un momento di crescita, agonistica e tecnica, e di verifica dei nostri progressi, indipendentemente dal risultato. Un percorso, come quello che stiamo portando avanti quest’anno, essenziale, seppur ricco di ostacoli”.

Ragusa Rugby, sconfitta senza demeriti

Il Ragusa Rugby in azione contro il Cus Catania

Ragusa Rugby – Cus Catania 0-67 (p.t. 0-26)

Ragusa Rugby: Derball A., Tourè B.A., Paternò G., Spadaro B., Malfa S., Giannì M., La Rocca R., Guastella R., Imbesi D., Bonomo M., Licitra E., Diallo I., Lorefice G., Garozzo G., Dicaro V.

A disp: Lami G.

Cus Catania: Crocellà R., Colombrita P.G., Rajola E., Murabito G.F., Castello R., Di Mauro G., Privitera G., Mammana A. L., Finocchiaro A. S., Artale L., Mammana C., Russo G., Panebianco M. V., Liotta E., Toscano A.

A disp. D’Arrigo E., Agosta E., Leonardi C. R., Santangelo F., Raddante G.

Arbitro: Leonardo Negro della sezione di Milano. Assistenti: Antonio Santocono e Giovanni Gurrieri di Ragusa

p.t.: 11’m. Mammana A.L. (Meta) Crocellà R.(Trasformazione, 0-7); 17.m. Privitera G. (Meta, 0-12); 28’m. Crocellà R. (Meta e Trasformazione, 0-19); 40′ m. Colombrita P.G. (Meta) Crocellà R. (Trasformazione, 0-26).

s.t: 44’m. Liotta E. (Meta, 0-31); 53’m. Panebianco M.V. (Meta), Crocellà R. (Trasformazione, 0-38); 58’m. Liotta E. (Meta), Crocella R. (Trasformazione, 0-45); 64′ m. Mammana L. (Meta, 0-50); 72′ m. Colombrita P.G. (Meta, 0-55); 75′ m. Toscano A. (Meta, 0-60); 79′ m. Colombrita P. G. (Meta) Privitera G. (Trasformazione, 0-67).

Una sconfitta senza troppi demeriti per il Ragusa Rugby, alla prima in casa dopo lo stop Covid di inizio anno.

Netta la vittoria, nel derby siciliano, per il Cus Catania, che conclude la propria fatica con il risultato di 67 a 0.

Bella la prestazione dei ragazzi di coach Berretti, nel primo tempo, anche se qualche concessione di troppo fa salire il Cus al riposo con un parziale di 26 a 0.

Nella seconda frazione di gioco, pur non mollando mai, qualche disattenzione fa chiudere la sfida con il risultato di 67 a 0.

“L’impegno dei ragazzi è stato encomiabile – spiega coach Peppe Berretti – Mi dispiace per loro per l’ennesima sconfitta, così consistente nel punteggio, perchè non è facile trovare il morale e l’entusiasmo, con questi risultati. Ma il rugby è lo specchio della vita e non ci sono alibi. Bensì una constatazione. Le troppe assenze immotivate di giocatori di qualità, che hanno deciso di non dare una mano al gruppo, ci penalizzano. Il nostro potenziale potrebbe essere ben altro, ma prendiamo atto di quella che è la situazione. E i complimenti vanno, ovviamente, al Cus Catania”.

Da parte sua, Tino Lazzara, dirigente accompagnatore del Cus Catania, è soddisfatto. “I ragazzi hanno giocato bene e portato a termine le consegne con cui si erano preparati nel corso della settimana. Devo dire che è stata, al di là del punteggio, una partita bella e difficile e il merito va dato al Ragusa che è stato in grado di tenere fino in fondo la tensione della sfida”.

Dario Imbesi, Migliore in Campo Re-Max

Migliore in campo Re-Max di giornata, per il Ragusa Rugby, Dario Imbesi. “Sono molto contento del gruppo, perchè ha dimostrato, nonostante le ovvie difficoltà e il passivo pesante, di voler continuare a lottare fino all’ultimo secondo”.

Ragusa Rugby, impegno massimo

Peppe Berretti: “l’obiettivo resta sempre consolidare il gruppo”

Avezzano Rugby – Ragusa Rugby 80-0

“I nostri avversari, oggi, sono stati nettamente i migliori. E, nello spirito del rugby, non hanno mai tirato i remi in barca, giocando fino all’ultimo. Da parte mia, sono fiero dell’impegno e dell’abnegazione dei nostri ragazzi, ma il gap tra le due formazioni era evidente”.

Così Erman Dinatale, presidente del Ragusa Rugby, fotografa la trasferta, valida per il recupero della quinta giornata del campionato di serie B, per la Senior maschile iblea contro Avezzano Rugby.

Una partita conclusa 80 a 0 per i padroni di casa, e che era iniziata, soprattutto nella prima metà del primo tempo, con la grande capacità degli atleti iblei di rispondere, colpo su colpo, alla preponderanza fisica della compagine abruzzese.

A partire dalla seconda metà del primo tempo e per tutta la ripresa, un comprensibile calo fisico e mentale ha, di fatto, chiuso la sfida, almeno dal punto di vista del punteggio. In ogni caso, i ragazzi di coach Peppe Berretti e David Alan Edmond, non hanno mai mollato fino alla fine del match.

“Innanzitutto – spiega coach Berretti – devo sottolineare l’encomiabile impegno di tutti i nostri giocatori. Devo dire, inoltre, che ho registrato sensibili progressi su alcuni aspetti del gioco che abbiamo allenato nelle scorse settimane. Il calo fisico (e conseguentemente mentale) – prosegue coach Berretti – sottolinea, in negativo, il lungo periodo di inattività collettiva di dicembre/gennaio, causa Covid. Il gruppo dei giocatori è comunque consapevole che, solo attraverso la continuità negli allenamenti, si potrà migliorare. Rimane invariato – conclude Berretti – l’obiettivo di consolidare la squadra per affrontare la prossima stagione in maniera più competitiva”.

“Mi preme soprattutto ringraziare l’Avezzano per l’ottimo benvenuto – spiega Mario Bella, Team Manager della Senior Maschile – e per il successivo terzo tempo. Per quanto ci riguarda, la parola chiave è crescita. E queste partite servono proprio a cementare il gruppo e a prepararci al meglio per le sfide successive e, in particolare, per il nostro percorso che guarda in prospettiva”.