Tag: rugbyragusa

Trofeo Cappello, festa grande

Una domenica di puro divertimento

“Tutti hanno vinto, ma ha vinto soprattutto la grande macchina organizzativa del Ragusa Rugby, che in ogni manifestazione non tradisce mai. E poi, hanno vinto genitori, famiglie, appassionati che hanno affollato le tribune e il village per il terzo tempo. Infine, hanno vinto loro, i ragazzi. Se la meritavano una giornata così, dopo due anni di stop”.

E’ un raggiante Erman Dinatale, presidente del Ragusa Rugby, che commenta così la grande domenica del Trofeo Cappello, nello stadio del rugby di via Forlanini.

Un grande aiuto all’organizzazione è venuto dagli sponsor, tra cui Abiomed, che ha anche omaggiato tutti i partecipanti delle carote biologiche di produzione locale, nonchè Cieffe Gelati Algida, che ha pensato alla ristorazione tramite gelato di tutti i presenti, Spiga D’Oro, che ha fornito il pane per tutti, Lo Stile del Verde, che ci ha accompagnato con le sue splendide creazioni floreali, Avis Ragusa, che ha preparato le bottigle d’acqua mai così preziose in una giornata di grande caldo come quella di ieri.

Oltre 150 partecipanti e sei clubs da tutta la Sicilia. E’ stata una festa

Sei clubs partecipanti, 12 formazioni in campo, oltre 150 presenti, per un ritorno che ha avuto il sapore della rinascita.

Il Trofeo Cappello, storico evento organizzato dal Ragusa Rugby, è tornato davvero alla grande, dopo lo stop causa pandemia Covid.

Presenti le formazioni Under 11 e 13 de i Cavalieri Messina, Messina Rugby, i Fenici di Marsala, i Briganti di Librino e il Cus Catania

“Una grande festa – spiega il vicepresidente, Paolo Sartorio – che fin dalla mattina ha popolato con numeri importanti e attivi tutta l’area dello stadio di via Forlanini. Ci voleva, per noi e per tutti i partecipanti. E’ stata una gioia ritornare al Trofeo Cappello e viverlo da protagonisti”.

Ragusa Rugby, stagione double face

Ottimi risultati per il Ragusa Rugby, punti fermi per il prossimo anno

La Senior Femminile che giganteggia in un girone ostico, di altissimo livello tecnico e con la novità, profonda, del seven a tutto campo.

L’Under 17 che, forte dei risultati ottenuti sul campo, in sinergia con San Gregorio e Amatori Catania disputa un girone interregionale con le migliori formazioni del Centro e Sud Italia e dimostra di meritare questo livello, con prospettive molto interessanti per il futuro, sia in prima squadra che per la categoria.

E la Senior Maschile che, nonostante le difficoltà, la pandemia e tanti cambiamenti obbligati all’interno, riesce, con nove punti finali, a guadagnarsi la salvezza sul campo nel proprio girone di Serie B, confermando la forza e la tenacia di un gruppo capace di superare criticità, a volte, anche improbe.

E poi, il ritorno sul campo per tanti bambini appassionati di rugby, dopo due anni di stop forzato, che è forse il messaggio più importante, e bello, per l’intero movimento rugbistico ibleo, unito alla voglia e all’entusiasmo che, nell’entourage dei vertici della società iblea non è mai mancato e ha permesso di oltrepassare gli ostacoli di un cammino che non si è mai interrotto e che prosegue con rinnovata passione.

Questo, in sintesi, il bilancio, tecnico-agonistico e non, di una stagione che volge al termine.

In realtà, tra Trofeo Cappello, domenica alle 9, raduno internazionale con la formazione belga del San Josse, beach rugby e memorial Fiorilla Guastella, non si fermerà nemmeno nel periodo estivo, per condurre gli atleti iblei alla ripresa degli allenamenti a partire da agosto.

“E’ stato un anno difficile – sottolinea il presidente del Ragusa Rugby, Erman Dinatale – come ho avuto modo di ribadire più volte. Uno sport di contatto come il nostro ha sofferto, molto, le restrizioni obbligate dalla pandemia. Abbiamo inventato e percorso nuove strade, come il Rugby Tag, ma alla ripresa in pieno dell’attività, purtroppo, l’assenza dal rugby giocato ha fatto la differenza. E, non appena eravamo riusciti a riprenderci, il nuovo stop di gennaio ci ha davvero tagliato le gambe. Ma non ci siamo arresi e, tutti insieme, dirigenti, allenatori, ma soprattutto i ragazzi e le ragazze, abbiamo dimostrato, insieme, la voglia e l’amore per questo sport e siamo riusciti a concludere al meglio una stagione complessa ma che ha riservato, comunque, grandi soddisfazioni per tutti noi. Ora, affrontiamo con rinnovata fiducia la parte finale del nostro anno agonistico e l’inizio della prossima”.

Ragusa Rugby, week-end da urlo

Grandi vittorie per Senior Femminile e Under 17 impegnate su più fronti

Grande fine settimana per il Ragusa Rugby, impegnato su due fronti.

Sabato, è stata la volta della Senior Femminile, impegnata nel raduno di Coppa Italia Sicilia in programma a Malta. Dimostrazione di maturità, con lode, per mutuare un termine scolastico, per le ragazze di coach Lorenzo Dimartino. Splendide vittorie con il Cus Catania e, in chiusura, con Briganti di Librino, sconfitta, solo di misura e al termine di una partita combattuta punto a punto, contro Palermo, ottima prestazione contro Malta, dove, nonostante la sconfitta, il gap si è evidentemente, e notevolmente, ridotto, rispetto alle prime uscite.

“E’ stata una due giorni splendida, dal punto di vista organizzativo. – spiega coach Dimartino – E sul campo abbiamo davvero dimostrato che questo gruppo non è solo forte ma anche bellissimo da vedere in campo. Il nostro percorso di crescita, ormai, è completato. Nei momenti clou delle nostre partite siamo capaci di non mollare mai e di far vedere tutto quello che proviamo, ogni giorno, in campo. Sono davvero contento, soprattutto in vista della prossima stagione”.

La domenica si è chiusa, invece, in grande stile, per l’Under 17, capace di spuntarla, per un solo punto, contro Napoli Afragola, in trasferta, per il Campionato Interregionale. Una prova di carattere, impegno e sacrificio, per gli iblei, che hanno saputo mettere grinta e decisione in ogni fase del match e, grazie ad una prova di ottimo tasso tecnico, raggiungere infine una bella vittoria, per 21 a 22.

“E’ stata una grande prova d’orgoglio – sottolinea coach Massimo Di Raimondo, che ha seguito i ragazzi in trasferta – che dimostra l’ottima crescita che questi ragazzi sono stati capaci di portare avanti fino ad oggi. Ora, ci attende la prossima sfida, in casa, contro l’Aquila. E sono certo che i ragazzi regaleranno, al di là del risultato, un’altra grande prestazione”.

Ragusa Rugby, giornata internazionale

Coppa Italia Sicilia Femminile, Malta presente

Una giornata “internazionale”, all’insegna dei valori comuni del rugby.

Questo, in sintesi, il tema centrale dell’evento, che si è svolto ieri mattina allo stadio del Rugby di via Forlanini.

La consueta tappa di Coppa Italia Sicilia della Senior Femminile, infatti, ha visto la presenza, oltre che delle atlete iblee, anche della rappresentativa maltese, che sarà ufficialmente presente alle competizioni in programma nella divisione femminile da qui alla fine dell’anno, e del Rugby Palermo.

Una bellissima giornata di sport, nonostante il tempo inclemente, che ha rappresentato una vera festa, per tutti.

Al termine della giornata, vittoria per le ospiti maltesi, ma al di là dei numeri, quello di ieri è stato un grande evento sportivo, peraltro con l’importante innovazione tecnica, ormai già ampiamente consolidata, del Seven a tutto campo, che ha garantito un alto tasso di spettacolarità alle gare che si sono susseguite nel corso della giornata.

“Una bellisima giornata – spiega coach Lorenzo Dimartino – con un’ottima tecnica in campo da parte di tutte le squadre; il livello della Coppa Italia Sicilia, ormai, è in netta crescita, lo sapevamo, e questo può essere un ulteriore ottimo viatico per il futuro. Ora ci aspetta una settimana di duro lavoro – conclude coach Dimartino – perchè già domenica prossima, saremo di nuovo in campo. Ringrazio la rappresentativa maltese e il Rugby Palermo per la loro presenza in campo, all’insegna dell’entusiasmo e della passione”.

Allo stadio di via Forlanini sfida tra le iblee, il Rugby Palermo e Malta

Tutti soddisfatti, quindi, e ora già si pensa al prossimo appuntamento di domenica a Palermo, dove si attendono ulteriori passi avanti da parte di un movimento rugbistico femminile che dimostra, ogni giorno di più, un livello sempre più alto.

All’inizio della competizione, oltre allo scambio di gadget e gagliardetti tra le formazioni in campo, gli inni nazionali maltese e italiano.

“Una giornata davvero internazionale – sottolinea il vicepresidente del Ragusa Rugby, Paolo Sartorio – che è stato un onore e un orgoglio ospitare nel nostro stadio e che dà ottime prospettive per il futuro. Il Ragusa Rugby, del resto, è da tempo impegnato con la Senior Femminile ad un livello sempre più alto e la presenza della rappresentativa maltese non può che incrementare il tasso tecnico di un evento sportivo e sociale, di grande impatto”.