Tag: rugbyragusa

Ragusa Rugby, giornata internazionale

Coppa Italia Sicilia Femminile, Malta presente

Una giornata “internazionale”, all’insegna dei valori comuni del rugby.

Questo, in sintesi, il tema centrale dell’evento, che si è svolto ieri mattina allo stadio del Rugby di via Forlanini.

La consueta tappa di Coppa Italia Sicilia della Senior Femminile, infatti, ha visto la presenza, oltre che delle atlete iblee, anche della rappresentativa maltese, che sarà ufficialmente presente alle competizioni in programma nella divisione femminile da qui alla fine dell’anno, e del Rugby Palermo.

Una bellissima giornata di sport, nonostante il tempo inclemente, che ha rappresentato una vera festa, per tutti.

Al termine della giornata, vittoria per le ospiti maltesi, ma al di là dei numeri, quello di ieri è stato un grande evento sportivo, peraltro con l’importante innovazione tecnica, ormai già ampiamente consolidata, del Seven a tutto campo, che ha garantito un alto tasso di spettacolarità alle gare che si sono susseguite nel corso della giornata.

“Una bellisima giornata – spiega coach Lorenzo Dimartino – con un’ottima tecnica in campo da parte di tutte le squadre; il livello della Coppa Italia Sicilia, ormai, è in netta crescita, lo sapevamo, e questo può essere un ulteriore ottimo viatico per il futuro. Ora ci aspetta una settimana di duro lavoro – conclude coach Dimartino – perchè già domenica prossima, saremo di nuovo in campo. Ringrazio la rappresentativa maltese e il Rugby Palermo per la loro presenza in campo, all’insegna dell’entusiasmo e della passione”.

Allo stadio di via Forlanini sfida tra le iblee, il Rugby Palermo e Malta

Tutti soddisfatti, quindi, e ora già si pensa al prossimo appuntamento di domenica a Palermo, dove si attendono ulteriori passi avanti da parte di un movimento rugbistico femminile che dimostra, ogni giorno di più, un livello sempre più alto.

All’inizio della competizione, oltre allo scambio di gadget e gagliardetti tra le formazioni in campo, gli inni nazionali maltese e italiano.

“Una giornata davvero internazionale – sottolinea il vicepresidente del Ragusa Rugby, Paolo Sartorio – che è stato un onore e un orgoglio ospitare nel nostro stadio e che dà ottime prospettive per il futuro. Il Ragusa Rugby, del resto, è da tempo impegnato con la Senior Femminile ad un livello sempre più alto e la presenza della rappresentativa maltese non può che incrementare il tasso tecnico di un evento sportivo e sociale, di grande impatto”.

La lunga giornata del Rugby

Domenica grandi appuntamenti a Ragusa

Giulio Corallo, Under 17 Ragusa Rugby

La lunga giornata del Rugby a Ragusa.

Questo, in sintesi, il leit motiv degli appuntamenti in programma domenica.

Si inizia alle 11, allo stadio del Rugby di via Forlanini, con la sfida, amichevole, tra l’Under 17 iblea, che potrà contare sugli innesti del San Gregorio, nel solco della partnership avviata nelle scorse settimane tra la società ragusana e quella etnea, in vista del campionato interregionale di categoria che scatterà il 13 marzo, e i pari età del Cus Catania.

Un derby che sarà un gustoso antipasto del piatto forte della domenica, in programma alle 14,30, e che vedrà contrapposte, per la prima giornata di ritorno del campionato di Serie B, proprio il Ragusa Rugby con il Cus Catania.

“Una sfida – spiega il presidente del Ragusa Rugby, Erman Dinatale – che sancisce il ritorno a casa, finalmente, dopo una lunga attesa causa Covid. Speriamo di poter contare sulla presenza di altri importanti recuperi dei nostri atleti, e di poter dare il massimo, dimostrando sul campo quei progressi che abbiamo visto anche nel corso degli ultimi allenamenti. Ci aspettiamo una risposta importante anche dai nostri appassionati, per vivere, nel nostro stadio, una bella giornata di festa”.

Ma la ricca giornata per il rugby ibleo, non si ferma qui. L’under 11, infatti, sarà impegnata domani a Catania nel trofeo Maccarrone. Una manifestazione importante, che vedrà la compagine iblea tra i protagonisti, all’insegna di una giornata di divertimento e grande entusiasmo.

Elite, l’Under 17 stacca il pass

Ragusa Rugby vince sui Lions Messina

Il Ragusa Rugby Under 17 pronto ad affrontare il campionato d’Elite

Un lungo percorso, frenato, come tutti, dalla pandemia Covid, ma che ieri ha regalato un importante momento di crescita in piena linea con gli obiettivi del Ragusa Rugby, orientati in particolare verso i giovani.

I ragazzi dell’Under 17, guidati da coach Angelo Iozzia e dal coordinatore dell’area tecnica giovanile, Lorenzo Dimartino, hanno infatti staccato il biglietto per il Campionato d’Elite, vincendo, in casa, contro i Lions Messina.

Il risultato finale, di 44 a 7, dimostra l’ottima prova della compagine iblea, al cospetto di avversari forti, che non hanno mollato un centimetro fino alla fine.

“Abbiamo ottenuto – spiega coach Iozzia – il risultato che ci eravamo prefissati e per cui avevamo lavorato duramente da diverse settimane. All’inizio della sfida, il ritmo non era quello che cercavamo, ma con il passare del tempo siamo cresciuti e abbiamo ottenuto quanto meritavamo. Sono ragazzi che stanno insieme dall’Under 11, e che inseguivano questo sogno – conclude coach Iozzia – e l’opportunità di misurarsi nella fase interregionale”.

Manuel Nicita

“Un punto di partenza – sottolinea Lorenzo Dimartino – molto importante per misurarsi ad alti livelli. Ora attendiamo le modalità di organizzazione del campionato d’Elite, e, nel frattempo, continueremo a lavorare duramente, con tanto impegno, soprattutto in palestra”.

Migliore in campo di giornata, il capitano Emilio Stracquadanio, che già guarda ai prossimi impegni. “La partita è andata bene, anche se all’inizio non avevamo il giusto ritmo. Festeggeremo in questi giorni, ma dobbiamo lavorare sodo per le prossime sfide”.

Ma non si tratta dell’unica nota positiva di giornata. Manuel Nicita, infatti, colonna dell’Under 17, è stato convocato per il raduno nazionale del Centro Sud, in programma il prossimo 2 gennaio a Roma. “Siamo felici per il risultato di oggi – dichiara Manuel – era da un pò di tempo che sognavamo di raggiungere questo obiettivo e ce l’abbiamo fatta, nonostante qualche difficoltà ad inizio partita. Ora sono orgoglioso di rappresentare Ragusa, e i miei compagni, nel raduno in programma ad inizio gennaio”.

Un altro bel momento di sport, si era, nel frattempo, celebrato sabato, con il raduno regionale Under 15, allo stadio del Rugby di Ragusa.

“E’ stata davvero una grande festa – afferma Lorenzo Dimartino – con oltre 100 ragazzi presenti in campo che hanno dato vita a sfide caratterizzata da un ottimo livello tecnico ed agonistico. Per quanto riguarda i nostri ragazzi, continuano ad arrivare quei segnali positivi di crescita che rappresentano l’aspetto più importante del nostro percorso, e che continueranno a riservare soddisfazioni nei prossimi mesi”.

Ragusa Rugby, impegno costante

Sconfitta contro Villa Pamphili ma buon secondo tempo

Ragusa Rugby – Villa Pamphili Rugby 14-67 (p.t. 7-40).

Ragusa Rugby: Di Caro V., Bonomo M., Toure B. A., Imbesi D., Carbonaro G., Guastella R., La Rocca R., Giannì M., Malfa S., Lucenti S., Spadaro B., Dimartino D., Cicciarella L., Cusumano S., Paternò M.

A disp: Cilia S., Lami G., Gueye O., Paternò G., Gulino A., Rotta G., Iacono G.

Villa Pamphili: De Filippis A., Marcantognini S., Mirabella D., Minnozzi L., Borraccino I., Cordella E., Iampieri E., Lavalle L., Loffari A., Piergentili G., Daddi F., Gallina G., Selvi F., De Simone L., Coppola M.

A disp: Schiavi A., Zaccaria L., Tiberi F., Boccia G., Rocco F., Silvestri V.

p.t.: 2’m. Meta di punizione (0-7),6.m. Daddi (Meta) Piergentili (Trasformazione, 0-14); 14’m. Lavalle (Meta) Piergentili (Trasformazione, 0-21), 21′ m. Coppola (Meta) Piergentili (Trasformazione 0-28); 26’m. Minnozzi (Meta), Piergentili (Trasformazione 0-35); 28′ m. Selvi (Meta 0-40), 32′ m. Meta Tecnica (7-40).

s.t: 43’m. Meta di punizione (Meta 7-47); 48’m. Meta di punizione (14-47); 54′ m. Daddi (Meta 14-52); 62’m. Minnozzi (Meta, 14-57), 64′ m. Mirabella (Meta 14-62); 68′ m. Selvi (Meta 14-67).

Arbitro Danilo Parisi di Catania, assistenti Massimo Scarlata di Catania e Antonio Santocono di Ragusa.

Partita double face per il Ragusa Rugby, che cede nel primo tempo alla prestanza fisica e alla forza tecnica di Villa Pamphili, ma nella seconda frazione di gioco sfodera una delle armi migliori con cui ha saputo muoversi in questo primo scorcio di stagione, ovvero la determinazione e la caparbietà.

Risultato finale, della giornata di Serie B, 67 a 14 per la formazione ospite. Un risultato maturato in una prima frazione di gioco, come detto, dominata dagli avversari, capaci da subito di imporre il loro gioco e di trovarsi, al termine del primo tempo, nettamente in vantaggio.

Poi, nel secondo tempo, gli iblei hanno dato fondo a tutte le loro energie e, alla fine, hanno portato a casa due mete e un risultato finale che è di 67 a 14.

“Siamo contenti – ha spiegato Luigi Zangrilli, coach di Villa Pamphili – perchè i nostri ragazzi sono scesi in campo con l’impegno giusto e hanno, da subito, fatto la loro parte. Siamo un pò calati nel secondo tempo, ma questo è merito di Ragusa che non ha mai mollato e, seppur in svantaggio, ha continuato a giocare e lottare fino alla fine”.

Un riconoscimento che fa molto piacere a coach Peppe Berretti che, insieme ad Alan David Edmond, sta lavorando proprio su questo aspetto, in prospettiva.

“La nostra squadra non ha mai mollato – spiega coach Berretti – ha fatto il proprio dovere sino in fondo e si inizia già a vedere qualcosa degli schemi e delle idee che stiamo provando in allenamento. Il risultato della domenica è ciò che, al momento, ci preoccupa di meno. Abbiamo una stagione intera per fare progressi e per migliorare costantemente per costruire un gruppo forte e coeso che, ne sono sicuro, si toglierà diverse soddisfazioni se continuerà a lavorare come ha fatto sinora”.

Migliore in campo Re-Max, per il Ragusa Rugby, Dario Imbesi. Tra le note positive, infine, da segnalare, in particolare, per il Ragusa Rugby, l’esordio stagionale di ben quattro giocatori (e il rientro di un altro atleta nelle file della formazione iblea), che, sicuramente, “contribuiranno – sottolinea coach Berretti – in maniera positiva alla crescita del gruppo”.