Tag: ragusarugbyunion

Ragusa Rugby, evoluzione e crescita

I ragazzi di coach Berretti incontrano in casa la formazione laziale

Domenica la sfida contro Frascati Rugby Club

E’ una sfida importante, specie dopo lo stop forzato, causa maltempo, che ha bloccato la trasferta della scorsa settimana contro la Primavera Roma Rugby.

Così il Ragusa Rugby, sotto la nuova direzione di coach Peppe Berretti, che ha sostituito Adriano Nicita, trasferitosi all’estero per motivi personali, si prepara ad affrontare al meglio la partita casalinga che vedrà la Senior Maschile impegnata contro Frascati nel Girone di Serie B.

“Sto imparando a conoscere i ragazzi – spiega coach Berretti – e a rendermi conto delle potenzialità che questo gruppo può esprimere. Domenica sarà uno degli step che ci consentiranno di definire, al meglio, i nostri obiettivi futuri”.

L’incontro è in programma domenica alle 14,30, nello Stadio del Rugby di via Forlanini.

“Come sempre – spiega Mario Bella, Team Manager della Senior Maschile – ci aspettiamo il sostegno di tanti appassionati, per quella che, come avviene in ogni occasione, per noi è prima di tutto una festa di famiglia”.

“E’ molto importante la continua evoluzione e crescita – precisa ancora coach Berretti – che questo gruppo e più in generale la società, sta portando avanti, passo dopo passo. Per quanto riguarda la Senior Maschile, devo dire che il lavoro che stiamo facendo con Alan e quello che ho ereditato da Adriano è già a buon punto, con un gruppo di ragazzi adeguatamente preparato e motivato”.

Secondo coach Berretti, la Serie B, quest’anno, “si mostra già con un ottimo livello, le formazioni che ho potuto osservare si mostrano ben preparate, soprattutto dal punto di vista fisico. Da parte nostra, possiamo sfruttare al meglio i punti di forza di cui disponiamo. La Serie B, al momento, è un campionato pienamente alla nostra portata e possiamo affrontarlo senza problemi. Sono convinto che questo contribuirà, in maniera decisa, al nostro percorso di crescita”.

Rugby, annullata la trasferta a Roma

Salta l’impegno in trasferta per i ragazzi di coach Berretti

Sarebbe stata una delle partite sicuramente più affascinanti, visto che si tratta di una delle formazioni più forti della Serie B, come ha già dimostrato nelle prime due giornate.

Ma la sfida in trasferta con la Primavera Roma Rugby, in programma domenica a partire dalle 12, salta a causa delle criticità determinate dal maltempo di questi giorni.

Annullato, sempre a causa del maltempo, il quadrangolare di Coppa Italia Femminile inizialmente in programma domenica nello stadio del Rugby di Ragusa.

Le atlete della Senior Femminile, che hanno già iniziato, domenica scorsa, la Coppa Italia, avrebbero incontrato, in questa occasione, i Briganti di Librino, il Cus Catania e il Nissa.

Quest’anno, peraltro, la competizione femminile, si dimostra ricca di spettacolarità, in quanto realizzata con la formula “seven”, a tutto campo.

E le atlete iblee hanno già avuto modo di sperimentare questa nuova formula, nel corso della prima giornata.

“Domenica abbiamo giocato a Catania – spiega Loide Agosta, Team Manager della Senior Femminile e giocatrice – anche se in numero ridotto causa assenze. Abbiamo potuto registrare l’ingresso di tre nuove giocatrici, le quali si sono integrate perfettamente nei meccanismi della squadra e, più in generale, ci siamo davvero divertite. Anche perchè, la nuova formula, ci ha permesso di scoprire nuove cose ed esprimere nuove emozioni che non vedevamo l’ora di mettere in campo. L’obiettivo è quello di crescere, fin dai prossimi allenamenti, sia a livello tecnico che in termini numerici, in modo tale da farci trovare pronte a partire dalla prossima sfida.

L’arrivederci di Nicita, Berretti nuovo coach

Adriano Nicita e Peppe Berretti nella foto

Ragusa Rugby, cambia la guida tecnica

Adriano impegnato per lavoro all’estero, Peppe al timone

La notizia era nell’aria da diversi giorni, ma dopo l’ultima sfida casalinga con l’Us Roma Rugby è diventata ufficiale.

Adriano Nicita, coach del Ragusa Rugby, causa impegni di lavoro all’estero, lascia la guida tecnica della compagine iblea.

“Sarà un allontanamento solo fisico – spiega l’ormai ex-coach – Mi sento di ringraziare tantissime persone, a cominciare da German Greco, che, dopo una fase di rigetto del rugby, qualche anno fa, dovuta ai postumi dell’infortunio alla schiena che mi avevano costretto a fermarmi, mi ha ricoinvolto ad allenare l’Under 16. Una formazione che mi ha fatto ritrovare la voglia e la passione, mai spenta, per questo sport. Voglio ringraziare Alessio Lamia, cui sono subentrato, per avermi aperto le porte della prima squadra con un atteggiamento positivo e di grande accoglienza, nonchè di sostegno. Sono felice di averlo avuto nella mia vita. Poi i ragazzi, miei fratelli per la vita, che in questi anni sono cresciuti tantissimo e hanno fatto crescere l’intero movimento ibleo. E’ indubbio: io mi porterò sempre un pezzo del Ragusa Rugby, dovunque vada e qualunque cosa farò. Spero di aver lasciato qui un pezzo di me”.

Al suo posto, è stato indicato Peppe Berretti, attuale Manager dello Sviluppo Club. Prenderà il ruolo di guida tecnica.

Peppe è un’istituzione del movimento rugbistico siciliano. Fin da giovanissimo ha militato, da giocatore, in tutte le nazionali giovanili, dall’Under 15 all’Universitaria. Nel frattempo, il suo nome è legato alle giovanili prima e alla prima squadra poi, dell’Amatori Catania con cui, a soli 16 anni, ha esordito in serie A. Poi, l’impegno nelle Fiamme Oro a Roma e ancora una parentesi in Serie A, questa volta tra Catania e Roma. Poi, tre anni di stop e l’impegno con la Zagara Catania, sempre in serie A. Tra il 2000 e il 2004 l’impegno in serie B proprio a Ragusa, per poi chiudere la carriera da giocatore a San Gregorio, dopo la promozione in Serie A.

Proprio da San Gregorio, nelle giovanili, inizia l’impegno da allenatore e subito dopo nello staff tecnico federale. Prima, l’impegno come responsabile dei progetti nelle scuole, per due anni, poi responsabile tecnico regionale di tutti i progetti federali per i 6 anni successivi, compresa la formazione dei giocatori e degli allenatori, in particolare. Infine, negli ultimi due anni, l’impegno nella promozione e nello sviluppo del movimento rugbistico a livello regionale, prima, appunto, della nomina di Manager Sviluppo Club a Ragusa.

“Proverò a non far rimpiangere Adriano, – sottolinea Peppe – cercherò di fare del mio meglio per portare avanti il lavoro tecnico e non fin qui egregiamente condotto da tutto lo staff, offrendo la mia esperienza per far crescere questo gruppo dalle potenzialità indubbiamente molto interessanti”.

Vince l’Us Roma, ma Ragusa c’è

Premio migliore in campo Re-Max di giornata a Simone Malfa, nella foto in azione

Rugby, bella prestazione dei ragazzi di coach Nicita

Risultato finale di 5 a 31 per gli ospiti, ma gli iblei ci provano fino in fondo

Ragusa Rugby – Us Roma Rugby 5-31 (p.t. 0-21).

Ragusa Rugby: Dinatale I., Cicciarella L., Dimartino D., Iacono G., Spadaro B., Dinatale G., Malfa S., Giannì M., La Rocca R., Guastella R., Carbonaro G., Imbesi D., Russo S., Lami G., Bonomo M.

A disp. Licitra E., Dicaro V., Tourè B.A., Cappa A., Diallo I., Cusumano S., Lorefice G..

Us Roma Rugby: Cavazza L., Alberti F., Campanelli F., Murgia L., Campanelli A., Cellucci F., Giamminonni I., De Roma C., Dinacci U., Napolitano G., Spaventa G., Pettinelli G., La Barbera M., Veraldi V., Mazzucchelli R.

A disp. Paolo Levato P., Pesce G., Coscarella G., Lezzi F., Salsano F., Corradini M., Cianci G.

p.t.: 5’m. Dinacci (Meta), Giamminonni (Trasformaizone 0-7); 20’m. De Roma (Meta), Giamminonni (Trasformazione 0-14); 30’m. Meta tecnica (0-21).

s.t: 45’m. Cellucci (Meta 0-26); 55’m. De Roma (Meta 0-31); 70′ m. Iacono (Meta 5-31).

Un pubblico numeroso, nonostante la giornata quasi invernale, ha salutato la “prima” ufficiale della Senior Maschile del Ragusa Rugby nello stadio di via Forlanini, totalmente rinnovato, contro l’Us Roma Rugby.

Una bella prestazione per i ragazzi di coach Nicita, contro la forte compagine romana, che si è conclusa con la vittoria degli ospiti, con il risultato di 5 a 31.

Un primo tempo caratterizzato dalla forza della formazione romana, che ha allungato con tre mete. Nel secondo tempo, maggiore equilibrio, con i padroni di casa che sono riusciti ad impensierire gli ospiti, soprattutto nel finale.

“I nostri avversari odierni – spiega coach Adriano Nicita – hanno giocato nettamente meglio di noi. E questo perchè, come si è visto nel corso del match, si tratta di una squadra forte, organizzata e allenata. Da parte nostra, non mancano segnali positivi, anche perchè sono convinto che, con il recupero di alcuni dei nostri atleti al momento fuori causa, saremo capaci di incrementare i nostri punti di forza che, oggi, non siamo riusciti a fare emergere al meglio. Complimenti all’Us Roma Rugby, che ha dimostrato un bel gioco dinamico e anche di forza, con un’ottima mischia”.

Da parte sua, Gabriele Gentile, coach dell’Us Roma Rugby, sottolinea la propria “soddisfazione per il risultato ottenuto, anche perchè si trattava della prima partita ufficiale giocata dopo la pandemia. Nel secondo tempo, è emersa un pò di stanchezza, ma il risultato ci ha premiato lo stesso, anche se il ritorno dei nostri avversari è stato notevole”.

Miglior giocatore Re-Max di giornata per gli iblei, Simone Malfa, il quale ricorda che “siamo ancora indietro su alcuni aspetti, in particolare la disciplina, visto che abbiamo collezionato ben tre cartellini gialli nel corso della partita. Ma ho visto grinta, voglia di mettersi in gioco ed entusiasmo. Ed è da qui che dobbiamo ripartire, con meno frenesia e maggiore concretezza. Per il resto, sono comunque soddisfatto per la prestazione della squadra”.