Tag: ragusarugbyunion

Stop Rugby, ma Ragusa non molla

Lo stadio del Ragusa Rugby

Dopo la decisione Fir causa aumento contagi

Lo stop della Fir causa aumento contagi Covid, non ferma il Ragusa Rugby

“Non sarà per niente facile, è ovvio, ma troveremo il modo di farci trovare pronti non appena sarà possibile riprendere l’attività sportiva”.

E’ netto il commento del presidente del Ragusa Rugby Union, Erman Dinatale, in seguito alla decisione della Federazione Italiana Rugby, di interrompere l’attività sportiva, Top 10 esclusa, fino al 30 gennaio prossimo, a causa del deciso aumento di contagi Covid nelle ultime settimane.

“Come società ci adeguiamo – prosegue Dinatale – come sempre, alle indicazioni Fir. Detta sospensione sarà totale fino al 6 gennaio. Poi, proveremo a trovare quelle stesse modalità, nel rispetto delle norme anti-Covid previste dalla legge, che abbiamo già sperimentato con ottimi riscontri nel primo periodo della pandemia. L’obiettivo, contatto escluso, è quello di mantenere, il più possibile, la forma che tutti i nostri atleti, di tutte le categorie, avevano raggiunto grazie alla ripresa. E già stiamo studiando soluzioni utili ed efficaci in questo senso”.

Diverse le attività agonistiche che risentiranno di questo ennesimo blocco forzato: dalla Senior Maschile, che non potrà disputare le trasferte del 16 gennaio, con la Partenope e la sfida di fine mese in casa contro Paganica.

Stop anche per l’Under 17, che aveva staccato il pass per il campionato d’Elitè, e che ora dovrà capire quando e come si ripartirà, in quella che a tutti gli effetti è una grande prova di crescita e sviluppo agonistico.

Bloccata anche la Coppa Italia Sicilia della Senior Femminile, che aveva già fatto segnare, nelle prime sfide, degli importanti progressi.

“Non abbiamo alternative, al momento – conclude il vicepresidente Paolo Sartorio – ma lavoreremo, senza sosta, per non interrompere i progressi che avevamo fatto segnare nelle scorse settimane”.

Elite, l’Under 17 stacca il pass

Ragusa Rugby vince sui Lions Messina

Il Ragusa Rugby Under 17 pronto ad affrontare il campionato d’Elite

Un lungo percorso, frenato, come tutti, dalla pandemia Covid, ma che ieri ha regalato un importante momento di crescita in piena linea con gli obiettivi del Ragusa Rugby, orientati in particolare verso i giovani.

I ragazzi dell’Under 17, guidati da coach Angelo Iozzia e dal coordinatore dell’area tecnica giovanile, Lorenzo Dimartino, hanno infatti staccato il biglietto per il Campionato d’Elite, vincendo, in casa, contro i Lions Messina.

Il risultato finale, di 44 a 7, dimostra l’ottima prova della compagine iblea, al cospetto di avversari forti, che non hanno mollato un centimetro fino alla fine.

“Abbiamo ottenuto – spiega coach Iozzia – il risultato che ci eravamo prefissati e per cui avevamo lavorato duramente da diverse settimane. All’inizio della sfida, il ritmo non era quello che cercavamo, ma con il passare del tempo siamo cresciuti e abbiamo ottenuto quanto meritavamo. Sono ragazzi che stanno insieme dall’Under 11, e che inseguivano questo sogno – conclude coach Iozzia – e l’opportunità di misurarsi nella fase interregionale”.

Manuel Nicita

“Un punto di partenza – sottolinea Lorenzo Dimartino – molto importante per misurarsi ad alti livelli. Ora attendiamo le modalità di organizzazione del campionato d’Elite, e, nel frattempo, continueremo a lavorare duramente, con tanto impegno, soprattutto in palestra”.

Migliore in campo di giornata, il capitano Emilio Stracquadanio, che già guarda ai prossimi impegni. “La partita è andata bene, anche se all’inizio non avevamo il giusto ritmo. Festeggeremo in questi giorni, ma dobbiamo lavorare sodo per le prossime sfide”.

Ma non si tratta dell’unica nota positiva di giornata. Manuel Nicita, infatti, colonna dell’Under 17, è stato convocato per il raduno nazionale del Centro Sud, in programma il prossimo 2 gennaio a Roma. “Siamo felici per il risultato di oggi – dichiara Manuel – era da un pò di tempo che sognavamo di raggiungere questo obiettivo e ce l’abbiamo fatta, nonostante qualche difficoltà ad inizio partita. Ora sono orgoglioso di rappresentare Ragusa, e i miei compagni, nel raduno in programma ad inizio gennaio”.

Un altro bel momento di sport, si era, nel frattempo, celebrato sabato, con il raduno regionale Under 15, allo stadio del Rugby di Ragusa.

“E’ stata davvero una grande festa – afferma Lorenzo Dimartino – con oltre 100 ragazzi presenti in campo che hanno dato vita a sfide caratterizzata da un ottimo livello tecnico ed agonistico. Per quanto riguarda i nostri ragazzi, continuano ad arrivare quei segnali positivi di crescita che rappresentano l’aspetto più importante del nostro percorso, e che continueranno a riservare soddisfazioni nei prossimi mesi”.

Rugby, Messina vince su Ragusa

Nel derby di Sicilia. Buoni segnali nel secondo tempo

Partita a due facce per il Ragusa Rugby, sconfitto in trasferta da Messina, nell’ultima sfida ufficiale dell’anno per il girone di Serie B prima della lunga pausa.

I ragazzi di coach Peppe Berretti, coadiuvato da Alan David Edmond, in formazione ampiamente rimaneggiata causa infortuni vari e recuperi mancati, vanno subito in difficoltà con i padroni di casa.

Il risultato, nella prima frazione di gioco, infatti, vede Messina in netto vantaggio nel derby di Sicilia, per 47 a 0.

Ma la seconda frazione di gioco, vede la reazione della compagine iblea, che riesce a limitare le folate dei padroni di casa e, alla fine, subisce solo un altro parziale di 12 a 0, per un risultato finale di 59 a 0.

“Abbiamo avuto difficoltà – spiega il capitano di giornata, Andrea Gulino – è inutile negarlo, ma siamo riusciti a reagire e nel secondo tempo, nonostante fossimo in 16, abbiamo tenuto al meglio contro un’ottima squadra”.

La prossima sfida, per gli iblei, è in programma con la Partenope, in trasferta a Napoli, il 16 gennaio. “La speranza – spiega il presidente del Ragusa Rugby, Erman Dinatale – è di poter recuperare tutti i nostri ragazzi che al momento sono fuori causa. La pausa può aiutarci in questo senso, e permetterci di lottare al meglio per le prossime partite”.

Molto soddisfatto, per l’atteggiamento dei ragazzi in campo, il Team Manager Mario Bella. “Vanno lodati i ragazzi in campo – spiega – che hanno dato, come sempre, tutto quello che avevano. Non era una sfida facile, ma ci ha dato indicazioni utili, soprattutto in termini di carattere e voglia, per le prossime sfide che affronteremo”.

Ragusa Rugby, impegno costante

Sconfitta contro Villa Pamphili ma buon secondo tempo

Ragusa Rugby – Villa Pamphili Rugby 14-67 (p.t. 7-40).

Ragusa Rugby: Di Caro V., Bonomo M., Toure B. A., Imbesi D., Carbonaro G., Guastella R., La Rocca R., Giannì M., Malfa S., Lucenti S., Spadaro B., Dimartino D., Cicciarella L., Cusumano S., Paternò M.

A disp: Cilia S., Lami G., Gueye O., Paternò G., Gulino A., Rotta G., Iacono G.

Villa Pamphili: De Filippis A., Marcantognini S., Mirabella D., Minnozzi L., Borraccino I., Cordella E., Iampieri E., Lavalle L., Loffari A., Piergentili G., Daddi F., Gallina G., Selvi F., De Simone L., Coppola M.

A disp: Schiavi A., Zaccaria L., Tiberi F., Boccia G., Rocco F., Silvestri V.

p.t.: 2’m. Meta di punizione (0-7),6.m. Daddi (Meta) Piergentili (Trasformazione, 0-14); 14’m. Lavalle (Meta) Piergentili (Trasformazione, 0-21), 21′ m. Coppola (Meta) Piergentili (Trasformazione 0-28); 26’m. Minnozzi (Meta), Piergentili (Trasformazione 0-35); 28′ m. Selvi (Meta 0-40), 32′ m. Meta Tecnica (7-40).

s.t: 43’m. Meta di punizione (Meta 7-47); 48’m. Meta di punizione (14-47); 54′ m. Daddi (Meta 14-52); 62’m. Minnozzi (Meta, 14-57), 64′ m. Mirabella (Meta 14-62); 68′ m. Selvi (Meta 14-67).

Arbitro Danilo Parisi di Catania, assistenti Massimo Scarlata di Catania e Antonio Santocono di Ragusa.

Partita double face per il Ragusa Rugby, che cede nel primo tempo alla prestanza fisica e alla forza tecnica di Villa Pamphili, ma nella seconda frazione di gioco sfodera una delle armi migliori con cui ha saputo muoversi in questo primo scorcio di stagione, ovvero la determinazione e la caparbietà.

Risultato finale, della giornata di Serie B, 67 a 14 per la formazione ospite. Un risultato maturato in una prima frazione di gioco, come detto, dominata dagli avversari, capaci da subito di imporre il loro gioco e di trovarsi, al termine del primo tempo, nettamente in vantaggio.

Poi, nel secondo tempo, gli iblei hanno dato fondo a tutte le loro energie e, alla fine, hanno portato a casa due mete e un risultato finale che è di 67 a 14.

“Siamo contenti – ha spiegato Luigi Zangrilli, coach di Villa Pamphili – perchè i nostri ragazzi sono scesi in campo con l’impegno giusto e hanno, da subito, fatto la loro parte. Siamo un pò calati nel secondo tempo, ma questo è merito di Ragusa che non ha mai mollato e, seppur in svantaggio, ha continuato a giocare e lottare fino alla fine”.

Un riconoscimento che fa molto piacere a coach Peppe Berretti che, insieme ad Alan David Edmond, sta lavorando proprio su questo aspetto, in prospettiva.

“La nostra squadra non ha mai mollato – spiega coach Berretti – ha fatto il proprio dovere sino in fondo e si inizia già a vedere qualcosa degli schemi e delle idee che stiamo provando in allenamento. Il risultato della domenica è ciò che, al momento, ci preoccupa di meno. Abbiamo una stagione intera per fare progressi e per migliorare costantemente per costruire un gruppo forte e coeso che, ne sono sicuro, si toglierà diverse soddisfazioni se continuerà a lavorare come ha fatto sinora”.

Migliore in campo Re-Max, per il Ragusa Rugby, Dario Imbesi. Tra le note positive, infine, da segnalare, in particolare, per il Ragusa Rugby, l’esordio stagionale di ben quattro giocatori (e il rientro di un altro atleta nelle file della formazione iblea), che, sicuramente, “contribuiranno – sottolinea coach Berretti – in maniera positiva alla crescita del gruppo”.