Tag: ragusarugbygiovani

Stop Rugby, ma Ragusa non molla

Lo stadio del Ragusa Rugby

Dopo la decisione Fir causa aumento contagi

Lo stop della Fir causa aumento contagi Covid, non ferma il Ragusa Rugby

“Non sarà per niente facile, è ovvio, ma troveremo il modo di farci trovare pronti non appena sarà possibile riprendere l’attività sportiva”.

E’ netto il commento del presidente del Ragusa Rugby Union, Erman Dinatale, in seguito alla decisione della Federazione Italiana Rugby, di interrompere l’attività sportiva, Top 10 esclusa, fino al 30 gennaio prossimo, a causa del deciso aumento di contagi Covid nelle ultime settimane.

“Come società ci adeguiamo – prosegue Dinatale – come sempre, alle indicazioni Fir. Detta sospensione sarà totale fino al 6 gennaio. Poi, proveremo a trovare quelle stesse modalità, nel rispetto delle norme anti-Covid previste dalla legge, che abbiamo già sperimentato con ottimi riscontri nel primo periodo della pandemia. L’obiettivo, contatto escluso, è quello di mantenere, il più possibile, la forma che tutti i nostri atleti, di tutte le categorie, avevano raggiunto grazie alla ripresa. E già stiamo studiando soluzioni utili ed efficaci in questo senso”.

Diverse le attività agonistiche che risentiranno di questo ennesimo blocco forzato: dalla Senior Maschile, che non potrà disputare le trasferte del 16 gennaio, con la Partenope e la sfida di fine mese in casa contro Paganica.

Stop anche per l’Under 17, che aveva staccato il pass per il campionato d’Elitè, e che ora dovrà capire quando e come si ripartirà, in quella che a tutti gli effetti è una grande prova di crescita e sviluppo agonistico.

Bloccata anche la Coppa Italia Sicilia della Senior Femminile, che aveva già fatto segnare, nelle prime sfide, degli importanti progressi.

“Non abbiamo alternative, al momento – conclude il vicepresidente Paolo Sartorio – ma lavoreremo, senza sosta, per non interrompere i progressi che avevamo fatto segnare nelle scorse settimane”.

Rugby, Messina vince su Ragusa

Nel derby di Sicilia. Buoni segnali nel secondo tempo

Partita a due facce per il Ragusa Rugby, sconfitto in trasferta da Messina, nell’ultima sfida ufficiale dell’anno per il girone di Serie B prima della lunga pausa.

I ragazzi di coach Peppe Berretti, coadiuvato da Alan David Edmond, in formazione ampiamente rimaneggiata causa infortuni vari e recuperi mancati, vanno subito in difficoltà con i padroni di casa.

Il risultato, nella prima frazione di gioco, infatti, vede Messina in netto vantaggio nel derby di Sicilia, per 47 a 0.

Ma la seconda frazione di gioco, vede la reazione della compagine iblea, che riesce a limitare le folate dei padroni di casa e, alla fine, subisce solo un altro parziale di 12 a 0, per un risultato finale di 59 a 0.

“Abbiamo avuto difficoltà – spiega il capitano di giornata, Andrea Gulino – è inutile negarlo, ma siamo riusciti a reagire e nel secondo tempo, nonostante fossimo in 16, abbiamo tenuto al meglio contro un’ottima squadra”.

La prossima sfida, per gli iblei, è in programma con la Partenope, in trasferta a Napoli, il 16 gennaio. “La speranza – spiega il presidente del Ragusa Rugby, Erman Dinatale – è di poter recuperare tutti i nostri ragazzi che al momento sono fuori causa. La pausa può aiutarci in questo senso, e permetterci di lottare al meglio per le prossime partite”.

Molto soddisfatto, per l’atteggiamento dei ragazzi in campo, il Team Manager Mario Bella. “Vanno lodati i ragazzi in campo – spiega – che hanno dato, come sempre, tutto quello che avevano. Non era una sfida facile, ma ci ha dato indicazioni utili, soprattutto in termini di carattere e voglia, per le prossime sfide che affronteremo”.

Il Ragusa Rugby sfida la Primavera Roma

Impegnativa trasferta a Roma per la Senior Maschile

Una sfida molto complessa, ma che il Ragusa Rugby è pronto ad affrontare senza timori reverenziali e, soprattutto, come tappa importante del percorso di crescita che la società iblea sta portando avanti nel corso della stagione.

Il recupero della giornata di Serie B vedrà infatti gli iblei impegnati domani a Roma contro la Primavera Rugby.

Inizio del match alle 13,30, per i ragazzi guidati da coach Berretti, con la collaborazione di Alan David Edmond.

“Approfittiamo di un’occasione unica per fare esperienza – spiega coach Berretti – Domani, infatti, incontreremo una delle principali candidate al salto di categoria. Ovviamente, abbiamo bisogno di tempo per trovare il nostro stile di gioco più efficace possibile. Quindi, in questo momento, non deve affatto preoccuparci il risultato delle singole partite, quanto piuttosto la costruzione del percorso che ci conduca al massimo livello possibile, non solo dal punto di vista agonistico. L’importante, per la nostra squadra, è mantenere l’atteggiamento e l’intensità mostrata finora, e sono certo che i ragazzi, visti anche gli ottimi riscontri degli allenamenti in settimana, non mi deluderanno”.

C’è un altro grande motivo di soddisfazione, intanto, per gli iblei.

Da questa mattina, infatti, una selezione della Senior Femminile, composta da Loide Agosta, Vittoria Alicata, Ludovica Gurrieri e Giulia Scrivano, è presente, a Catania, nell’ambito della Giornata Internazionale di Seven, organizzata dal Cus alla Cittadella Universitaria.

Le iblee sono state inserite nella compagine siciliana che affronterà la nazionale italiana (maggiore ed esordienti), nonchè la nazionale maltese, presenti in campo.

Inoltre, Ivan e Gabriel Dinatale sono inseriti nella selezione maschile siciliana, che affronterà invece la nazionale maltese.

Un’ottima vetrina per i talenti iblei, pronti a portare un pò del Ragusa Rugby in un palcoscenico affascinante e ricco di motivi tecnici ed agonistici di alto livello.

Ragusa, la grande giornata del Rugby

Molto partecipati gli appuntamenti di domenica scorsa

Presenza ed entusiasmo per gli appuntamenti dello scorso fine settimana

Il Mini-rugby della mattinata di domenica ha dato un piccolo saggio delle grandi potenzialità di un impianto totalmente rinnovato, quale lo stadio del Ragusa Rugby di via Forlanini.

Una grande festa di sport, che ha visto la presenza dei Tauri San Cataldo, Fenici Marsala, San Gregorio e Cus Catania, oltre, naturalmente, ai piccoli atleti del Ragusa Rugby.

Presenza massiccia, di genitori e ragazzi, tutti uniti in una bella giornata di sport.

“Quando possiamo – spiega Andrea Minnucci, Tauri San Cataldo – non perdiamo occasione per uscire e per divertirci insieme agli altri piccoli atleti siciliani. E quella di oggi è stata davvero una bella giornata, ben organizzata e molto partecipata”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Giorgio Carbonaro, Ragusa Rugby, e Marco Quattrociocchi, Fenici Marsala. “Ci voleva – spiegano entrambi – la pandemia ha rappresentato un durissimo placcaggio, ma siamo cresciuti e, in qualche modo, cerchiamo di far crescere i nostri ragazzi. Ci rialziamo e ricominciamo a fare come prima e meglio di prima”.

Soddisfatto il presidente del Ragusa Rugby Union, Erman Dinatale. “Posso solo fare i complimenti a tutte le formazioni siciliane che hanno voluto onorarci della loro presenza e che hanno reso possibile questa splendida giornata, ricca di ragazzi e di divertimento, all’insegna della palla ovale”.

Subito dopo, la palla è “passata” alla Senior Femminile, impegnata nel raggrupamento di Coppa Italia Sicilia, contro il Cus Catania, ancora una volta vincitore, Nissa Rugby, che ha poi partecipato unendosi con le atlete iblee, e Briganti di Librino.

Migliore in campo, per le iblee, Ludovica Gurrieri, mentre i tecnici delle quattro squadre hanno eletto, migliore in campo complessivo, Enrica Pandolfo, Cus Catania.

“E’ stato un momento bellissimo – spiegano entrambe – anche perchè con la nuova formula del seven è tutto ancora più spettacolare e avvincente”.

Un concetto ripreso anche da Lorenzo Dimartino, coach della Senior Femminile. “E’ una formula molto interessante, al di là della spettacolarità maggiore rispetto al passato. Anche perchè, per affrontare una sfida a tutto campo ci vuole preparazione e testa. E tanto, tanto lavoro”.

Soddisfatto anche il coach del Nissa, Fabrizio Blandi. “Ormai con Lorenzo siamo in piena sintonia – spiega – ma ciò che più conta è il grande divertimento che tutte, dalle più piccole alle più grandi, hanno potuto sperimentare in una giornata, importante, di entusiasmo e socialità”.

Salvo Muscuso, coach del Cus Catania, ha ricordato, invece, “che proprio sabato, a Catania, è in programma un Seven con le atlete maltesi, che coinvolgerà le migliori atlete delle squadre siciliane. E’ un momento importante, anche perchè uno dei nostri obiettivi è la creazione di un XV femminile siciliano che possa oltrepassare lo Stretto e sfidare le migliori realtà femminili italiane. Siamo pronti”.

Alla selezione, parteciperanno quattro ragazze del Ragusa Rugby e, per la selezione maschile, cinque ragazzi della formazione iblea. Allenamenti nel corso della settimana e selezione per la discesa in campo, entro sabato.