Tag: noisiamoragusarugby

Ragusa si arrende ad Avezzano

Sconfitta per la Senior. Battuta anche l’Under 17

Una doppia sconfitta che, nonostante i passivi, non lascia scorie particolarmente negative.

Questa la fotografia della domenica del Ragusa Rugby, con la Senior impegnata in casa contro Avezzano e l’Under 17 in trasferta contro L’Aquila sul neutro di Paganica.

Per la Senior passivo pesante contro Avezzano, 0 a 80 il risultato finale, che non rende giustizia del comunque ottimo lavoro svolto dagli atleti iblei e soprattutto dell’impegno profuso lungo tutto il corso del match.

“Sapevamo che sarebbe stata una sfida molto difficile -spiega il Team Manager della Senior Maschile, Mario Bella – ma abbiamo comunque fatto la nostra partita e, al di là del risultato, abbiamo, per tutto il corso della sfida, messo il massimo impegno per contrastare le sempre efficaci sortite dei nostri avversari. Andiamo avanti con il lavoro quotidiano, senza scoraggiarci e convinti che, con tutti gli sforzi e i sacrifici che faremo da qui alla fine dell’anno, saremo in grado di toglierci qualche soddisfazione nel corso delle prossime sfide”.

Sconfitta casalinga per la Senior Maschile, battuta anche l’Under 17

Per l’Under 17 sconfitta esterna, invece, contro i pari età de L’Aquila, sul neutro di Paganica. Non si tratta, ovviamente, di un passo indietro rispetto alla sfida vittoriosa contro Napoli Afragola della scorsa settimana, in casa, ma, più che altro, della consapevolezza che, con un livello così alto quale quello del campionato interregionale di categoria, le criticità e la forza delle avversarie non mancano e si fanno sentire in ogni sfida.

“E’ stata una partita molto, molto difficile – spiega Lorenzo Dimartino, coordinatore dell’area giovanile – e i passi avanti che avevamo visto in settimana, sono stati visibili solo a tratti, sicuramente in primis per merito dei nostri avversari e poi perchè, non volendo cercare alibi per questo, la lunga trasferta ha forse determinato un calo mentale nei nostri atleti che non può e non deve starci. Lavoreremo anche su questo e sono certo che sapremo riscattarci già dalla prossima sfida”.

Giovani talenti iblei crescono

I ragazzi del mini-rugby al Trofeo Maccarrone

Fine settimana intenso per il Ragusa Rugby

Il mini-rugby al Trofeo Maccarrone a Catania, l’Under 17 in casa

Una grande giornata all’insegna del divertimento per i giovani talenti iblei del rugby.

A Catania, infatti, si è svolto sabato il Trofeo Maccarrone, appuntamento storico per tutte le sezioni giovanili del rugby. Ragusa ha partecipato con i propri Under 7, 9, 11 e 13, con quasi 20 giovani presenti; un torneo che ha visto la partecipazione del Cus Catania, formazione ospitante, San Gregorio e Briganti di Librino.

Soddisfatti gli allenatori dei piccoli talenti iblei, Mariolina Ruta e Andrea Puglisi, accompagnati da Anna La Rosa e Salvo Miciluzzo.

“A vincere, soprattutto – spiegano Mariolina Ruta e Andrea Puglisi – è stata la grande organizzazione del Cus Catania per quella che ha rappresentato una bella giornata all’insegna del divertimento puro e dell’entusiasmo, con i nostri più giovani rappresentanti di quello che è un movimento rugbistico vivo e attivo, al di là di tutte le difficoltà post pandemia”.

L’Under 17 del Ragusa Rugby

Domenica, invece, prima della sfida della Senior Maschile, gli Under 17 di Cus Catania e Ragusa Rugby hanno svolto un allenamento congiunto nello stadio del Rugby di via Forlanini, per prepararsi al meglio alle sfide dell’interregionale che coinvolgeranno le due formazioni.

Soddisfatto Giulio Di Mauro, coach dei giovani etnei. “E’ stato un bel test per prepararci alle prossime domeniche – spiega – abbiamo provato qualche ingranaggio e soprattutto i nuovi innesti provenienti dalla collaborazione con l’Amatori Catania 1963 del professor Trovato. Sono certo che le prossime avventure rappresenteranno un’esperienza positiva di crescita per tutto il movimento siciliano”.

Soddisfatto anche Angelo Iozzia, coach della compagine iblea, che ha potuto lavorare anche con le preziose risorse provenienti dalla collaborazione con il San Gregorio. “Un test positivo che ci prepara al meglio per la sfida dell’interregionale, che per noi è un punto di partenza e non di arrivo. Ci alleneremo al meglio, per essere pronti ad affrontare la prossima avventura con il massimo impegno”.

Ragusa, sconfitta che fa male

Rugby, netto successo della Partenope

La squadra iblea, con qualche assenza, sconfitta nettamente in trasferta

Partenope Rugby – Ragusa Rugby 54 – 5

Una sconfitta senza appello, questa volta, per il Ragusa Rugby, in trasferta contro la Partenope.

La squadra di casa impone il suo gioco per tutta la partita, senza flessioni, e così gli iblei sono costretti a subire un passivo finale di 54 a 5, con l’unica meta dei ragazzi di coach Peppe Berretti, coadiuvato da David Alan Edmond, ad opera di Ruben La Rocca.

“Se le precedenti sfide – spiega coach Berretti – nonostante le sconfitte, avevano mostrato un continuo progresso, seppur interrotto, a sprazzi, dai blocchi e dalle assenze causa Covid, con ottimi segnali soprattutto in prospettiva, la partita di ieri ha rappresentato un passo indietro nel percorso di crescita del nostro gruppo. Mi aspettavo, al di là del risultato finale, una sfida equilibrata. Così non è stato, e quindi dobbiamo prenderne atto e lavorare con la massima efficacia nel corso degli allenamenti settimanali. I ragazzi, comunque, vanno ringraziati per l’impegno costante al servizio della squadra, nonostante le difficoltà della pandemia in atto, nonchè quelle logistiche legate alle nostre trasferte”.

Ora la concentrazione si sposta alla sfida di domenica, in casa, contro Cus Catania, che sancirà il ritorno, a oltre due mesi dall’ultima partita, tra le mura amiche dello stadio del Rugby di via Forlanini. Una festa per tutti gli appassionati del movimento rugbistico ibleo.

“Probabilmente – spiega Mario Bella, Team Manager del Ragusa Rugby – potremo nuovamente contare su almeno quattro dei nostri atleti attualmente fuori gioco. Sarà un ottimo sostegno per tutto il gruppo, in una sfida in cui siamo chiamati, come sempre, a dare il 100%, al di là del risultato”.

Il Ragusa Rugby salta Benevento

L’Under 17 del Ragusa Rugby

Il Ragusa Rugby rinuncia alla trasferta in programma domenica sul campo del Benevento, a causa di casi di positività al Covid riscontrati nel corso della settimana.

Salta quindi la sfida per la società iblea, che attenderà le decisioni della Fir in merito all’eventuale recupero della giornata di campionato di Serie B persa.

“Non ci voleva – spiega il presidente del Ragusa Rugby, Erman Dinatale – anche perchè la sfida con Benevento ci avrebbe permesso di raccogliere i frutti degli allenamenti sviluppati nel corso delle ultime settimane. Un intoppo, seppur momentaneo, che, auspichiamo, non pregiudica il nostro lavoro, sempre orientato a un miglioramento costante del gruppo, al di là del risultato in senso stretto. Ora, testa alla sfida con la Partenope, in programma domenica prossima. E, soprattutto, grande impegno in vista del ritorno a casa, fissato per il prossimo 6 marzo, con il Cus Catania. Sarà il momento più bello, dopo questi ultimi mesi che, tra lo stop post festività natalizie e le problematiche che abbiamo appena descritto, non è stato affatto facile. E inaugurare una nuova fase, fino alla fine del campionato, con il ritorno tra le mura amiche dello stadio del Rugby di via Forlanini, con un invito già da ora rivolto a tutti gli appassionati del movimento rugbistico ibleo, rappresenta un vero toccasana, per tutti noi”.

Nel frattempo, importanti novità legate all’Under 17, che è pronta per disputare il campionato interregionale di categoria. La Fir, infatti, ha pubblicato le date e i gironi che vedranno impegnata la compagine iblea, la quale ha staccato il pass per la fase finale proprio poco prima delle festività natalizie. Il Ragusa Rugby sarà impegnato nel girone A, con Fiamme Oro Rugby Roma, Polisportiva Lazio, Napoli Afragola e L’Aquila.

Inizio delle gare, a partire dal 13 marzo. Le prime classificate del girone A e del girone B, entrambi a cinque squadre, si sfideranno, il 5 giugno, per il trofeo d’area; subito dopo, in programma le final four, l’11 e il 12 giugno.

“Un grande momento di rugby – spiega il coordinatore dell’area tecnica giovanile, Lorenzo Dimartino – che ci consentirà di confrontarci con grandi squadre, in un girone in cui siamo onorati di rappresentare la Regione Sicilia. Siamo pronti, ci siamo allenati al meglio e speriamo di essere al massimo livello in vista delle sfide che ci accompagneranno fino a giugno”.