Tag: femminile

Giulia Iozzia: “l’esperienza più bella della sua vita.”

E’ stato il Rugby a regalare a Giulia l’esperienza più bella della sua vita.
Lo ha detto lei tornata dalla Francia dopo aver giocato nella Nazionale di Rugby League Femminile “É stata l’esperienza più bella della mia vita. 
È impossibile riuscire a descriverla; certe emozioni, certi momenti, certe persone te le porterai sempre nel cuore.”

La partita giocata a Carcassone in Francia contro la formazione transalpina si è conclusa con il punteggio di 60 a 0, tanta ancora la differenza tattica e fisica tra le due squadre in campo. Giulia però, a detta dei tecnici italiani, si è bene distinta, ed è stata molto apprezzata per attitudine e serietà. 
Doti che noi conosciamo benissimo. 

Questa domenica scenderà nuovamente in campo, sempre con la maglia azzurra quella però del Ragusa Rugby.


L’emozione dell’inno nazionale, da brividi.

La femminile del Ragusa Rugby: inarrestabile

Domenica 4 Novembre, le ragazze iblee partono alle 9 dal Bar dello Stadio, nostro sponsor, con destinazione Cittadella Universitaria di Catania.

in azione il Capitano Giulia Iozzia e Nicoletta Campo in una azione di difesa

La prima delle azzurrine a scendere in campo nell’incontro Under16 è la nostra giovane Giulia Scrivano, giocatrice dell’under 16. Nonostante sia il suo primo anno di rugby, la piccola aquilotta continua a stupirci giorno dopo giorno, sempre di più; regalandoci un’altra ottima prestazione, correndo in meta per ben 6 volte. Le ragazze della squadra seniores dopo aver tifato tutte insieme per la piccola del gruppo, sono entrare in campo, sfidando prima l’amatori Catania, reduce da una sconfitta nella partita precedente contro il CUS Catania, e subito dopo proprio contro il CUS Catania.

L’inizio di gara non non dei migliore per le Ragusane, che subiscono  subito una meta nei minuti iniziali. Questo non scoraggia le nostre ragazze, che al contrario hanno uno stimolo in più per fare meglio, recuperano lo svantaggio con le mete di Ludovica Gurrieri e Giulia Iozzia, che questo fine settimana giocherà la sua prima partita internazionale con la nazionale di Rugby League a Tolone contro la Francia. Al decimo minuto il Ragusa cerca di allungare andando in meta con Giuliana Zaffarana, ma prima dello scadere del primo tempo le catanesi si riportano sotto, mettendo a tabellino altri 5 punti la prima frazione di gioco si chiude sul 19 a 12 per il Ragusa Rugby.

Nel secondo tempo l’amatori pareggia i conti, ma vengono arrestate da una buona difesa delle Ragusane, che consolidano un miglior gioco di squadra e affrontano con più determinazione i restanti muniti della seconda metà di gara; il maggior possesso palla porta alla seconda meta di giornata di Giuliana Zaffarana ed alla prima di Lidia Tumino, che dopo una serpentina a gran velocità semina gli avversari andando a meta. Il match si conclude con una meta del Vice-Capitano, Dunia Costa, che chiude la prima partita della giornata con una vittoria per 24 a 40 a favore del Ragusa Rugby.

Senza possibilità di riposo le ragusane rientrano in campo contro le padrone di casa del CUS Catania.
La partita si rivela molto equilibrata con un’alternarsi di mete da entrambe le parti; Per il Ragusa segnano Ludovica Gurrieri e la veterana Loide Agosta, tornata in campo dopo un lungo mese di stop. Agosta ingrana subito e aiuta le compagne andando in meta per altre due volte. Un primo tempo molto combattuto e sicuramente bello da vedere, concluso dalle aquile con il risultato di 19 a 26.

Nel secondo tempo il CUS Catania abbassa la guardia, diminuisce il ritmo e le nostre Ragusane ne approfittano imponendosi con grande astuzia sulla squadra avversaria. Il Ragusa continua la sua corsa verso la vittoria e, senza perdere tempo, corre subito in meta con il Capitano Giulia Iozzia. Le Cussine tentano di recuperare lo svantaggio segnando due mete,  Dunia Costa però abilmente ristabilisce le distanze.
Per gioco pericoloso viene ammonita una delle giocatrici del CUS le Azzurre colgono sfruttano la superiorità numerica mettendo a segno altre due mete, segnano Lidia Tumino e Ludovica Gurrieri. Giallo anche per il Ragusa Rugby a Dunia Costa qualche minuto prima del fischio finale della partita, costretta ad uscire per un ripetuto fallo. Prima della fine della partita c’è ancora tempo per l’ultima meta di Giuliana Zaffarana, punteggio finale 29 a 59. 

Al termine della partita gli allenatori Andrea Puglisi e Lorenzo Dimartino annunciano le loro tre migliori in campo. Terzo posto per Lidia Tumino, secondo per Loide Agosta e sul gradino più alto Nicoletta Campo, riconoscimento più che meritato per l’ottima prestazione.

Domanda a caldo a fine partita al coach in seconda, Lorenzo Dimartino: “Lorenzo cosa ne pensi della prestazione di oggi ?”
Oggi le ragazze sono andate molto bene da tutti i punti di vista. Nonostante dei brevi momenti di blackout in cui abbiamo subito le mete. Nelle prossime settimane vorrei concentrarmi a lavorare sull’aspetto mentale, cercheremo di migliorarci sempre di più, ma sono soddisfatto della prestazione delle mie ragazze.

Coach Andrea Puglisi:  “Le ragazze hanno giocato bene, in particolar modo le new entry di quest’anno, stanno lavorando e migliorando ad ogni partita. La difesa è andata bene anche se se per distrazione e poca concentrazione concediamo un po troppo alle avversarie, sicuramente dobbiamo continuare a lavorarci su. Nelle prossime settimane ci concentreremo sull’attacco per avere un gioco più fluido e veloce, abilità che ci è venuta a mancare domenica. Bisogna anche lavorare tanto sui placcaggi e su come evitare i tantissimi falli commessi durante il gioco; ma sono sicuro che allenandoci bene e con costanza, i margini di miglioramento che potremmo avere sono altissimi.

Le Aquile del Ragusa Rugby chiudono anche questo concentramento con due splendide vittorie su due partite giocate, restano imbattute dopo tre giornate consolidando la prima posizione.

Vi aspettiamo numerosi al prossimo appuntamento di Coppa Italia Femminile che si svolgerà domenica 18 novembre in casa, al campo di via della costituzione a Ragusa. Le ragazze hanno bisogno di carica e di sostegno, non mancate!