DOMENICA BESTIALE

Il week end lungo del Ragusa Rugby cominciato giovedì pomeriggio con la vittoria dei ragazzi della formazione Under18 e conclusosi con le quelle della formazione Under16 e Senior può definirsi GRANDIOSO.
Della strepitosa vittoria dei ragazzi Under16 ne parleremo più ampiamente in un altro articolo.

La squadra di Pope vince la prima delle 5 gare che avevamo definito finali per la conquista della serie B.
Ragusa Rugby vs CAS Reggio Calabria si è conclusa con il punteggio di 40 a 38 assegnando 5 punti agli Iblei e 2 ai Calabri, alla luce di questo il Ragusa scavalca in classifica il Reggio Calabria e si butta all'inseguimento della Partenope che a Bari ha vinto contro le Tigri senza però riuscire a prendere il punto bonus.

Sapevamo che il CAS avrebbe impostato la gara sulla sua forte mischia, e così è stato.
I primi minuti dell'incontro hanno visto infatti il Ragusa cercare di tamponare affannosamente l'irruenza del pacchetto di mischia calabro che però già al 5° trova il bersaglio grosso, che con Valenti non trasforma.
Neanche il tempo di riprendere fiato e il signor Schilirò fischia una meta tecnica per un fallo in maul dei ragusani su una touche nei 5 metri: 0 - 12 e visi cupi.
Ma, mentre tra gli addetti ai lavori aleggia il ricordo della brutta prestazione di Napoli, il XV ibleo trova la reazione andando in meta con Carlo Sartorio, ottima la prestazione dell'ala oggi, che finalizza il buon lavoro di Paride Vona e Del Moro, l'estremo Failla trasforma e fissa il punteggio sul 7 a 12.
La fisicità di Reggio è la spada di Damocle dei locali che, nonostante una buona fase difensiva, sono nuovamente costretti ad arrendersi alla pesante maul amaranto, Valenti stavolta trasforma e allunga la forbice portando i reggini a + 12 I calabresi dovrebbero solo gestire e invece commettono due ingenuità che pagano a caro prezzo: in soli 4 minuti prima un placcaggio pericoloso e poi un pugno proprio sotto gli occhi dell'arbitro Schilirò, costano due gialli nell'arco di pochi minuti; Ragusa ne approfitta prima con Del Moro, abile a farsi trovare pronto dopo una grande azione di Failla, e poi con Carbonaro che sfrutta una splendida giocata all'interno di capitan Iacono a ridosso dei 5 metri, l'estremo ibleo aggiunge in entrambi i casi i due punti al piede e si va sul 21 a 19;
Ragusa non è paga e con un gran carrettino partito poco dopo i 22 ospiti va a marcare la quarta meta, guadagnando da subito il bonus offensivo e arricchendo quei due tre spettatori che avevano puntato il proprio euro sul vantaggio ibleo, Failla stavolta sbaglia e si va al riposo sul 26 a 19.

Il secondo tempo sembra l'inizio del primo, Reggio spinge e Ragusa argina ma la resistenza anche in questo caso dura poco e i reggini impattano, da quel momento il Ragusa comincia gradualmente a salire in cattedra e dopo 18 minuti piazza un uno-due prima con Failla, al termine di una bella giocata di tutta la linea dei trequarti, e poi con Modica che è abilissimo e pronto a dare sostegno al coast to coast di Del Moro, il tutto nato da una magata del 9 ibleo Andrea Gulino che ruba il pallone, in maniera incomprensibile a occhio nudo, in un tentativo di maul reggino.
Al 72esimo Ragusa conduce 40 a 26 e la logica dice più o meno partita chiusa ma cosi non è, Reggio va in forcing asfissiante fin quando all'82esimo, in pieno recupero, trova una meta tecnica su un presunto fallo del pilone sinistro ragusano, 40 a 33.
Si continua a giocare per altri 5 minuti e Reggio va nuovamente in meta a largo su un dubbio passaggio di un trequarti reggino. Per fortuna dei ragusani Valenti sbaglia di un soffio la trasformazione e lascia Reggio sotto di due punti. Schilirò dice che non è ancora finita e si procede al calcio di rinvio, il XV di Poma avrebbe pure l'opportunità di avvicinarsi nuovamente nei 22 iblei ma dopo quasi 90 minuti di guerra la stanchezza la fa da padrone e arriva finalmente il fischio finale, Ragusa vince e convince, scavalca Reggio in classifica e recupera un punto sulla Partenope che vince a Bari senza bonus.

La mission non cambia: mancano 4 partite e l'unico modo per arrivare in B è continuare a vincere. Domenica 15 gli uomini di German Greco saranno di scena al Federale di Trepuzzi nella difficile partita con il Salento XV. all'andata i ragusani vinsero agevolmente ma i salentini erano una squadra fortemente rimaneggiata, dopo quella partita sono cresciuti tantissimo mettendo in forte difficoltà sia Reggio che Napoli e andando a vincere a Santa Maria Capua Vetere.

Sarà una battaglia e solo giocando con l'intensità vista domenica si potrà tornare dalla Puglia con una vittoria

Questa la classifica che ci vede secondi dietro alla Partenope:

# SQUADRA PUNTI GIOCATE VINTE NULLE PERSE PUNTI FATTI PUNTI SUBITI
1 PARTENOPE NAPOLI 27 6 6 0 0 150 63
2 RAGUSA RUGBY 21 6 4 0 2 188 112
3 CAS REGGIO CALABRIA 20 6 4 0 2 137 95
4 SALENTO XV TREPUZZI 14 6 3 0 3 83 125
5 TIGRI BARI 5 6 1 0 5 77 149
6 CLAN SANTA MARIA CV (*) 2 6 0 0 6 51 142

 

Ciccio Schininà - 09 aprile 2018