FIDARSI È BENE, NON FIDARSI…

 

Federica Tribastone 17 NOVEMBRE 2017

L’Under18 del Ragusa Rugby domenica sarà di scena a Palermo. Sulla carta una partita facile...

Perfezione. Tutti la cercano, tutti la vogliono ma nessuno riesce a raggiungerla. In queste settimane il coach Lamia, allenatore dell’Under18 del Ragusa Rugby, ha cercato di rafforzare le basi, di rendere i suoi ragazzi più agili e di dotarli di una visione di gioco molto più amplia.
Le aspettative per questa Diciotto sono tante, tanti sono gli elementi validi su cui poter lavorare ed e forse anche per questo che il coach cerca la perfezione, per far in modo che quel minimo particolare, anche se insignificante, possa dare quella marcia in più che mancava.
Coach, parliamo degli allenamenti: ci sono stati dei cambiamenti, cosa avete migliorato?
Questa settimana eravamo in tanti, e abbiamo ancora lavorato sulla touche, soprattutto la difesa in touche, e poi abbiamo fatto una verifica generale ma non è andata benissimo. Di solito ci alleniamo meglio.

Il vostro problema è la touche?
Io sono molto esigente! Quando si è in touche si deve conquistare la palla e la squadra più organizzata in quel momento riesce a mantenere il possesso mettendo in crisi l’avversario. Per questo ci tengo tanto a lavorare bene su questo fondamentale. La precisione, qui, conta tantissimo. Lo so, sono maniacale (ride, ndr)”.

I ragazzi domenica giocheranno con Palermo, di cui non sappiamo molto. I risultati dicono che finora ha giocato una sola volta, perdendo in casa con Reggio Calabria. Sembrerebbe un avversario abbordabile, ma fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. “i ragazzi non devono mai sottovalutare gli avversari. Noi sappiamo, grazie alle precedenti partite, che se non siamo attenti e concentrati possiamo perdere con chiunque”.
Lamia esige a tutti costi che i suoi ragazzi siano pronti e carichi, non vuole che si commettano errori, niente distrazioni, solo concentrazione, precisione e voglia di giocare. Tutto il resto deve obbligatoriamente rimanere fuori dal campo di gioco. Solo così si può fare la differenza.
Palermo-Ragusa si giocherà al Malvagno, fischio d’inizio alle ore 13.