CIAK, PRIMA

Federica Tribastone 12 OTTOBRE 2017

Al via domenica anche il campionato Under18. Per i ragusani della coppia Lamia/Gurrieri trasferta a Catania in casa dell’Amatori 1963

Una nuova stagione rugbistica bussa alle porte, tanti giocatori sono pronti a cominciare questa nuova avventura e i grandi e verdi campi di rugby non vedono l’ora di essere massacrati dalle scarpette di centinaia di rugbisti.
Non manca nulla: allenatori ok, giocatori anche, grinta ci siamo, voglia? Quella non manca di sicuro!
Il Ragusa Rugby Under18, con una squadra nuova di zecca e ben due allenatori, Alessio Lamia e Peppe Gurrieri, si presta ad affrontare la sua prima partita contro gli Amatori 1963, ex Fiamma Cibali.
Il coach Lamia, soddisfatto del rapporto che si sta instaurando con i ragazzi e della sintonia tra i diversi giocatori, ci confida: “Abbiamo creato un bel gruppo! Con l’unione delle due società siamo arrivati a ben 28 giocatori. Non vediamo l’ora di iniziare, siamo pronti ma soprattutto carichi, vogliamo verificare in campo tutto ciò che abbiamo allenato durante queste settimane. Sono convinto che se facciamo le cose come si deve i risultati ripagano di tutto”. Questo sembra essere il motivo, nonché l’obiettivo prefissato da Lamia e dai suoi ragazzi, di questa prima partita: “dobbiamo sviluppare il nostro gioco, non ci dobbiamo adeguare all’avversario. Noi dobbiamo fare la nostra partita al di là di tutto”.
Su cosa avete posto maggiormente attenzione? “Un po’ su tutto: touche, mischia, reparti separati”.
Per quanto riguarda gli avversari il coach si presenta molto vago: “A me, generalmente, non interessa di chi sia l’avversario, mi concentro molto sulla mia squadra”.
Riportando la conversazione sui suoi ragazzi Lamia accenna ad un sorriso: “Lo spogliatoio è ottimo, i ragazzi sono uniti e si sono ben amalgamati. In campo sono davvero bravi e la loro serietà durante l’allenamento è ammirevole”.
Che dire, sembra tutto pronto per uno spettacolo. Questo nuovo Ragusa Rugby avrà tanto da mostrare e da dimostrare, non ci rimane che attendere domenica per vedere cosa avrà in serbo per noi, fan della palla ovale. L’appuntamento è alle 13 al campo “Benito Paolone”, Catania.