UNA BIRRA CON CICCIO #1

Meno Occhipinti 10 LUGLIO 2017

Due chiacchiere sui campionati di serie B e C con l’esperto di rugby (e di birre), Ciccio Schininà.

Ciccio, ti lascio in maglia biancazzurra e ti ritrovo, sotto l’ombrellone, con una bianconerazzurra con tocco di giallo. Che è successo?
È successo che, finalmente, la voglia di dare un progetto più solido e più ricco di opportunità ai ragazzi ha prevalso. È successo che il sentimento che nasceva dalla base ha trovato finalmente spazio.

La tua spiegazione è un pochetto criptica e allora spiego ai nostri vicini di ombrellone che sei in bianconeroazzurro perché Padua e Audax si sono fusi in una sola squadra (con questo caldo vuoi che qualcosa non si fondesse?). Adesso però, per essere realmente convincente, mi devi dare almeno un motivo per cui sarebbe stato meglio rimanere divisi.
Per la goliardia da bar sport :-D

Mi hai convinto. Adesso convincimi che questa birra estiva è la migliore che si possa bere oggi.
La birra giusta al momento giusto. Dalle mani di Emanuele Longo del birrificio Lariano ci beviamo “Salada”, una Gose da 5,5 ° che è un concentrato di beverinità; l’uso del sale marino di Sicilia è perfettamente compensato dal coriandolo, creando un perfetto equilibrio tra una lieve percezione dolce e la nota salata mai invadente; corpo leggero, bassa carbonatura e finale lievemente acidulo fanno il resto: fermarsi a un solo bicchiere è praticamente impossibile.

Mi inviti a nozze, ordino già il secondo boccale e nel nostro juke-box virtuale scelgo “U pisci spada”, nella versione dei Tinturia, che si sposa bene con il luogo e la bevanda, alla faccia dei puristi che vorrebbero il vino ad accompagnare il pesce. E adesso, volendo fare il purista anch’io, ma di altro genere, dico che, unendo la squadra che dalla C2 è stata promossa in C1, con quella che ha sfiorato i play off promozione in B, la prossima stagione dovrebbe essere trionfale.
La qualità non basta, occorre creare un gruppo coeso. Coach German Greco, insieme a coach Massimo Cannata, avranno il duro compito di partire prima di tutto da qui; più questo processo filerà liscio più le nostre chance di lottare per i playoff aumentano, lo spogliatoio è la chiave di tutto.

Chi potrebbero essere le avversari del Ragusa Rugby?
Sicuramente CLC Messina e Palermo, anche se l'estate è lunga e non mi sorprenderebbe qualche ripescaggio in B.

Anche per le giovanili la prossima dovrebbe essere una stagione da incorniciare. Sarà così?
Abbiamo un Under18 dal grande potenziale tecnico, non a caso abbiamo affidato la squadra ad Alessio Lamia, coadiuvato da Peppe Gurrieri. Sono ragazzi che, con continuità di allenamento, possono raggiungere qualsiasi risultato, è un peccato davvero non poterli vedere da subito in Elite. La Sedici si sta già allenando, agli ordini del trio Fumarola, Lucenti e Gulino, per giocarsi la chance di entrare nel campionato Elite ai barrage di Settembre e la Quattordici sarà una squadra molto interessante. Importante sarà vedere l’impatto dei numerosi ragazzi di qualità provenienti dalla Dodici. Poi ci sono il settore minirugby e la Femminile ma di questo parleremo più avanti, altrimenti se esaurisco gli argomenti non mi offri la birra.

Questo te lo scordi! La birra, per contratto, era a carico tuo con il Padua, lo è anche adesso con Ragusa Rugby. E visto che si parla di bere, parliamo di Club House. Nel vostro progetto c’è anche quello.
La Club House al campo è un sogno e sarà, a mio modo di vedere, il volano per la nostra società. Se riusciamo a gestirla bene sarà la base costruire qualcosa di veramente importante, oltre ad essere un punto di riferimento per ragazzi e genitori. Dobbiamo convogliare gli sforzi di tutti i ragazzi su questo fondamentale progetto.

Ciccio, da quando ho saputo di questa union mi chiedo come vi dovremo chiamare. Prima eravate paduini e audaxini. E adesso?
Adesso siamo semplicemente "rausani" ;-)

E allora, in attesa di berci una birra nella nuova Club House, finiamoci questa e andiamoci a buttare in acqua, che l’estate sta finendo.
Nella spiaggia giusta però...ti aspetto il 23 al Margarita Beach, ci sarà una gran bella giornata di rugby, mare e divertimento marchiata Ragusa Rugby ;-)