14
APRILE
2017
blog

CAMPIONI

L’Under18 del Padua batte i pari età di Triskele e si aggiudica il campionato di categoria con due giornate di anticipo.

Perseveranza è ciò che rende l’impossibile possibile, il possibile probabile e il probabile certo. È quella caratteristica che sprona una persona ad andare avanti, a non tirarsi indietro e a sacrificarsi pur di raggiungere i propositi stabiliti in precedenza. Essere perseveranti è un atteggiamento positivo che ti fa sperare in qualcosa che non credevi, fino a poco tempo prima, possibile.
Il Padua Under18 è perseverante, è determinato, è, semplicemente, una buona squadra che ha dimostrato tanto, fuori e dentro il campo.
Ed è grazie a questa qualità che, con la vittoria su Triskele di mercoledì scorso, è riuscita a laurearsi campione regionale di categoria con due giornate di anticipo.
La partita con la franchigia siciliana è stata combattuta ma soprattutto vissuta, in cui il Padua dopo un sbandamento iniziale, ha dato, per l’ennesima volta, prova di aver voglia di vincere e di lottare per arrivare fino in fondo. La Triskele ha portato in campo una discreta difesa, un buon gioco di squadra e buona formazione, ma alla fine a vincere, 13-28 il risultato, sono stati i ragusani.
“Triskele è stata molto organizzata e ha fatto più squadra di noi, ma su alcuni loro grossi errori, noi siamo potuti andare in meta per ben due volte”, ci racconta il coach Gurrieri.
Come un padre di famiglia, anche l’allenatore biancazzurro è felice per il risultato ma avrebbe preteso di più dai propri figli in maglietta e scarpette.
“Perdiamo il filo logico ogni volta che ci avviciniamo alla linea di meta, quando dovremmo invece essere più lucidi ed efficaci. I trequarti hanno fatto la partita, nel bene e nel male, e hanno fatto la differenza sia in fase offensiva che difensiva. L’atteggiamento mentale di molti ragazzi deve cambiare.  Nel secondo tempo ho dovuto modificare lo schema dei trequarti perché è mancato il braccio del mediano, che ho dovuto spostare all’ala, ma questo ci ha aiutati perché da lì sono nate, poi, le due mete che ci hanno permesso di vincere la partita”. 
Quattro le mete paduine, Fabio Micieli, Damiano Dimartino (2) e Gianmarco Cilia i marcatori, tutte trasformate da Dimartino.
Adesso il campionato si ferma per la pausa pasquale, alla ripresa il Padua festeggerà il titolo affrontando in casa i Briganti di Librino.
“Il primo obiettivo è stato raggiunto. Il prossimo sarà vincere i play off e accedere al campionato Élite di categoria. Dobbiamo stringere i denti e dare il tutto per tutto da qui a inizio giugno. Anche perché queste occasioni, nella vita di un giocatore, capitano una sola volta. Cerchiamo di cogliere questa opportunità giocandoci tutte le nostre carte. Non provarci fino infondo sarebbe un peccato. E mi dispiacerebbe se alla fine dovessimo avere dei rimpianti”.
Il 7 maggio prenderanno il via i Play Off che termineranno il 4 giugno. La struttura di questa fase non è stata ancora resa nota, ma i rumors dicono che il Padua dovrebbe affrontare in casa, in una partita di sola andata, la seconda classificata del girone pugliese.
Nelle prossime settimane ne sapremo di più, intanto godiamoci questo successo.