30
MARZO
2017
blog

RINUNCIA

Un Padua falcidiato da infortuni e indisponibili è costretto a rinunciare alla partita di Palermo e adesso attende di conoscere il nome dell’avversario a cui contendere la permanenza in serie C1.

È in programma domenica l’ultima giornata della seconda fase del campionato di serie C1 di rugby ma il Padua Ragusa non onorerà l’incontro che lo avrebbe visto giocare a Palermo.
«Infortuni e problemi di lavoro ci hanno falcidiati», ha dichiarato il vicepresidente biancazzurro, Ciccio Schininà. «Purtroppo non riusciamo ad arrivare al numero minimo per la disputa di una regolare partita. Ci scusiamo con gli amici di Palermo per non averli onorati sul campo e auguriamo loro le migliori fortune per il finale di stagione».
Così come accaduto per le Aquile del Tirreno due domeniche fa, anche ai ragusani sarà data partita persa a tavolino e una penalizzazione di quattro punti in “classifica” che però avranno come unica conseguenza quella già scontata di classificarsi al secondo posto in questa fase.
Alla fine della stagione mancheranno adesso solo due partite, queste veramente decisive in quanto la squadra che uscirà vincente dal prossimo doppio incontro giocherà il prossimo anno in serie C1, per l’altra ci sarà il campionato di C2.
Il nome della squadra che il Padua sarà chiamato ad affrontare in questa sorta di spareggio non si conosce ancora. Certamente sarà una tra Enna e Audax Ragusa, ma tutto dipende dal risultato che la squadra gialloverde otterrà domenica prossima in casa della Fiamma Cibali Catania.
Le date delle due partite di barrage non sono state ancora fissate, certamente si giocherà a cavallo tra le fine di aprile e l’inizio di maggio.