28
MARZO
2017
blog

UNA VITTORIA CHE VALE DOPPIO

Il Padua Under18 si aggiudica il derby cittadino con l’Audax e mette una seria ipoteca sul campionato di categoria.

Si è disputato domenica il derby cittadino di rugby tra le formazioni Under18 di Audax e Padua, due squadre che stanno dominando il campionato regionale di categoria.
È stato un match ricco di tensione, con entrambi i XV alla ricerca della vittoria che avrebbe significato successo finale quasi certo. È stato uno scontro vero e proprio, sia dal punto di vista fisico che emotivo.
A vincere, alla fine, sono stati i paduini ma ciò nonostante il coach biancazzurro, Peppe Gurrieri, non è contento: «Vista dal punto di vista tecnico non è stata una bella partita. I miei ragazzi, fino a metà del secondo tempo, hanno giocato male, facendo scelte tattiche per lo più sbagliate. È chiaro che l’importanza della posta in palio e il fatto di giocare IL derby possono condizionare, ma bisogna crescere anche sotto questo punto di vista, cambiare mentalità, se vogliamo porci obiettivi grandi».
I primi minuti hanno dato a tutti l’impressione che avremmo assistito a una partita giocata sulla velocità, sui bei passaggi, sul gioco di squadra e sul botta e risposta da entrambe le parti. Poi, invece, pian piano la paura di perdere ha avuto la meglio.
Gli errori hanno cominciato a fioccare, e proprio da un errore difensivo del Padua, al 9°, arriva la prima meta dei padroni di casa. A segnarla è il pilone Simone Firrincieli. 5 a 0.
Nei restanti 26 minuti si assiste a una serie di fiammate da una parte e dall’altra, più dalla parte paduina che audaxina, che si infrangono però sulla difesa avversaria o sono rese vane da banali errori. La tensione evidentemente gioca brutti scherzi.
Il primo tempo si chiude quindi sul 5-0 e nell’intervallo Gurrieri richiama all’ordine i suoi.
La “ramanzina” sembra avere effetto visto che al 5° Francesco Castellino va in meta. L’Audax però risponde subito con un calcio di punizione. 8-5.
Adesso è un batti e ribatti. Teseo Vona porta in vantaggio il Padua ma subito dopo l’Audax ritorna avanti. 13-10. Damiano Dimartino sembra indispettito dalla situazione e decide di battere veloce una punizione assegnata alla propria squadra, prendendo di sorpresa la difesa giallonera. 13-15. L’Audax accusa il colpo e i paduini salgono in cattedra. Arrivano altre due mete, la prima al 31° di Leonardo Chessari, unica trasformata, la seconda ancora di Dimartino.
La partita si chiude sul 13 a 27, con il Padua che conquista i cinque punti in palio e allunga, forse in modo decisivo, in classifica. La vittoria finale, in casa Padua si facciano tutti gli scongiuri del caso, si avvicina.

La formazione del Padua:
15-Karol Pluchino, 14-Francesco Di Giorgio, 13-Gabriele Ragusa, 12, Leonardo Chessari (cap.), 11-Mirko Occhipinti, 10-Damiano Dimartino, 9-Gianmarco Cilia, 8-Riccardo Cilia, 7-Riccardo Ferro, 6-Alberto Licitra, 5-Mustafa Diallo, 4-Giuseppe Accetta, 3-Biagio Mautese, 2-Teseo Vona, 1-Francesco Castellino
In panchina:

16-Lorenzo Dimartino, 17- Fabio Micieli, 18-Riccardo Galota, 19-Mamadou Gajigo, 20-Davide Boukhris.