Raduno regionale Under 16 per i ragazzi del Ragusa Rugby

In una bella domenica di sole si è svolto a Misterbianco il raduno regionale della Under 16 di rugby.

48 giocatori, provenienti da ogni parte dell’isola, si sono ritrovati per i saluti di rito, per una fase di riscaldamento e per una partita, di oltre un’ora e mezza, durante la quale i tecnici hanno più volte rimescolato le formazioni e dato così spazio a tutti i convocati.

I convocati per il Ragusa Rugby erano Saro Tumino, Mattia Degiovanni, Denis Spiguzza, Alessandro Liardo, Simone Cusumano, Benni Spadaro, Leo Cicciarella, Tommaso Cottone. I nostri giovani hanno ben figurato e degnamente rappresentato la nostra società, per impegno, educazione, e soprattutto per quel senso di rispetto dei ruoli e di quelle direttive che arrivavano di volta in volta dalla panchina.

Lo Staff Tecnico regionale, composto da Peppe Berretti, Tito Cicciò, Gianclaudio Bonasera e Roberto Cafaro, hanno rimarcato che si impegneranno a seguire i giocatori di concerto con le rispettive società di appartenenza, e posto l’accento sia sull’impegno che sul grande ritmo-partita, ma anche sugli eccessivi individualismi e sulla scarsa profondità impressa al gioco, da una parte e dall’altra.

A breve verranno diramate le date dei prossimi raduni. Nel frattempo tutti i ragazzi, durante il terzo tempo, hanno avuto l’occasione di rinsaldare amicizie e di farne delle nuove, i nostri hanno condiviso gran parte del loro tempo con gli amici dell’Amatori 1963 di Catania, ospiti allo Stadio del Rugby di Ragusa domenica prossima, 18 Novembre.

I nostri ragazzi sono usciti soddisfatti per la loro prova:

Simone Cusumano sottolinea la grande opportunità della convocazione,  anche se non avendo potuto giocare negli stessi ruoli dei occupati nei rispettivi club non si è riusciti a dare il 100%. Benni Spadaro, Denis Spiguzza e Mattia Degiovanni sono usciti dal campo contenti per questa nuova esperienza, in particolare Benni Spadaro, il quale non ha rinunciato a presentarsi al raduno nonostante un lieve attacco influenzale.

Da martedì si torna al lavoro: c’è da preparare il match casalingo contro gli etnei dell’Amatori 1963, e la vittoria sarebbe il modo ideale per salutare i sostenitori che accorreranno allo stadio di via della Costituzione, mostrando i progressi fatti e sperando che il campionato possa non concludersi troppo presto per i colori iblei.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *