Ragusa Rugby in semifinale

La prima fase del campionato siculo/calabro di serie C si è conclusa con il recupero della quinta giornata, giocata questa domenica a San Giovanni La Punta con i Briganti di Librino e vinta dal Ragusa Rugby con il risultato di 63 a 26. Se

La maul del Ragusa Rugby conclusa a meta da Bonomo

A San Giovanni La Punta si sarebbe dovuta giocare anche un’altra partita di recupero tra Amatori 1963 e CAS Reggio Calabria, la squadra calabra però non si è presentata perdendo a tavolino, e incassando un -4 punti di penalità che la portano di fatto all’ultimo posto della classifica finale.

Alla luce di quanto accaduto, domenica prossima, gli Iblei arrivati primi nel girone di qualificazione ai Play Off per la serie B, disputeranno la semifinale di andata proprio a casa del  CAS Reggio Calabria.

La squadra di Alessio Lamia arriva alle fasi finali di questa prima parte di stagione nelle migliori condizioni, dall’inizio del campionato ad oggi i progressi sono stati notevoli, la squadra è cresciuta non soltanto da un punto di vista tecnico e fisico ma anche e soprattutto come gruppo. L’affiatamento tra giocatori, staff tecnico e dirigenza ha portato nuovi stimoli all’ambiente, e la voglia di giocare dei giocatori in campo lo dimostra. 

Coach Lamia ovviamente contento per i risultati ottenuti, è critico per quanto visto in campo questa domenica “abbiamo concesso troppi calci di punizione agli avversari, la disciplina in campo è un aspetto che deve essere curato e sulla quale dobbiamo ancora crescere” poi si sofferma a commentare la prestazione maiuscola di Diallo Mustafà, a cui è stato assegnato il premio come migliore in campo GIRON VIAGGI “La partita di Mustafà è stata perfetta, sempre propositivo, mai in ritardo, pulizia in ruck fatta alla perfezione, e miglioramenti netti in mischia chiusa”.


Nonostante la sua squadra abbia perso, anche l’allenatore dei Briganti Umberto Bonaccorsi,  è soddisfatto “i ragazzi sono cresciuti dall’inizio dell’anno ad ora, abbiamo fatto 4 mete ed ottenuto un punto di bonus mettendo il Ragusa in difficoltà in più di un’occasione”

Questo quanto avvenuto durante gli 80 minuti in campo:

15° minuto: per un avanti ragusano Marcello Marchese, arbitro della gara, assegna una mischia sui 5 metri a favore dei Briganti, spinta poderosa del pacchetto ibleo che ruba l’ovale, Gulino fa tutto da solo, come una scheggia va in meta al centro dei pali, Failla trasforma. 0 – 7.

24° minuto: seconda meta per il Ragusa Rugby, da touche sui 22 Rossi, si forma una maul avanzante che arriva direttamente in meta, schiaccia l’ovale Michele Bonomo. Trasforma Failla. 0 – 14.

26° minuto: Teseo Vona fa il break a centrocampo corsa da 30 metri e palla per Alessandro cappa che va al centro dei pali. Trasforma Failla. 0 a 21

30° minuto:  nella stessa azione 2 ammoniti, fallo ripetuto di Gianfranco Arrabito “il placcatore non lascia il placcato” e di Giuseppe Garozzo “placcaggio alto”. Punizione battuta velocemente e bella meta di Marco Finocchiaro dei Briganti, 7 – 21. 

37° minuto: i Briganti forti della doppia superiorità numerica, sfruttano l’ennesima giocata veloce e vanno a meta con Danilo Marletta, 14 – 21 

40° minuto: A tempo praticamente scaduto il Ragusa rugby torna in meta, a segnare è il capitano Failla, l’azione parte da un suo calcetto ad esplorare una zona del campo non presidiata dalla difesa etnea, ottima la pressione di MIgliorisi e Criscione, ovale recuperato e pallone che torna in mano al capitano meta e trasformazione. 14 – 28.

Nell’intervallo Coach Lamia parla con serenità ai suoi ragazzi analizzando gli errori grossolani fatti durante il primo tempo. La squadra recepisce bene quanto fatto notare, e torna in campo mostrando molta più attenzione all’aspetto disciplinare. 

4° minuto: secondo noi la meta più bella della giornata, Ruben La Rocca, conclude tuffandosi a meta un’azione martellante del Ragusa Rugby, azione che vale il Migliore in Campo GIRON VIAGGI a Mustafa Diallo, che prima si propone scardinado la difesa del Librino e sulla seguente incursione del capitano, fa pulizia in ruck in modo perfetto permettendo a Gulino di lanciare comodamente in meta l’estremo ibleo. 14 – 35.

Al quinto del secondo tempo Lamia comincia a gestire i cambi a disposizione, esce Salvatore Buffa ed entra il veterano Turi Bellina.

7 minuto: è ancora Ruben La Rocca ad andare a meta, nasce tutto da un’ennesima mischia avanzante, Failla calcia basso per i suoi 2 centri, raccogli Cappa che non si fa imbrigliare riuscendo a passare la palla a La Rocca passato all’ala dopo l’ingresso di Bellina. 14 – 42.

16 minuto, Ciccio Failla fa tutto da solo,
finta di aprire ai centri e corsa a bucare la difesa. 14 – 49.

19 minuto: meta di Daniele Criscione dopo tre fasi di gioco Paride Vona carica bene e scarica per il compagno a sostegno che si tuffa meta. 14 –  56.

23 minuto: i briganti vanmo in meta con grazie ad una buona salita difensiva che permetta  Damiano Di Prima di recuperare l’ovale ed andare a punti. 21 – 56.

25 minuto: esce Alessandro Cappa entra Enoc Valenti

30 minuto: Bonomo nuovamente in meta ancora una maul avanzante da touche. 21 –  63.

40 minuto: ultima azione della partita i Briganti agguantano il punto di bonus per la quarta meta, leggerezza di Paride Vona che invece di tenere palla prova un difficile passaggio ad un compagno, Seminara ne approfitta e vola a meta per il definitivo 26  – 63.

Questi gli highlights della partita targati GSVIDEO:

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *