Le Under del Ragusa Rugby

La grande kermesse dei ragazzi del Ragusa Rugby è stata una festa di mete, di vento e di sole: e quando un qualsiasi stadio sportivo è invaso e affollato di giovani, alla fine è sempre una bella giornata.

In campo, questa domenica, la Under 14, chiamata a dare seguito a quanto di buono fatto vedere nelle ultime gare; la Under 16, che con grande umiltà è chiamata a proseguire un cammino che si sperava più luminoso e soddisfacente; la Under 18, intenzionata a confermare i progressi dopo una altalena più di risultati che di sostanza.

Under14 Ragusa Rugby
Under14 Ragusa Rugby

La prima ad entrare in campo è la Under 14, accolta da un corridoio festoso, che contro i pari età dei Lions Messina inizia dal primo minuto ad imporre i propri ritmi vorticosi, con azioni alla mano rapidissime e soluzioni micidiali. I verdi peloritani si dimostrano lottatori di valore, non si arrendono mai, ma evidenziano limiti di intesa e di esperienza, pur con una forza fisica decisamente superiore. Di fatto il match è però un monologo ibleo, nel quale solamente in un paio di occasioni i giovanotti ospiti hanno saputo approfittare delle distrazioni dei padroni di casa, in grado di accelerare e di chiudere pressoché ogni azione con una meta. Il risultato finale, per la cronaca è di 74-12.

Under16 Ragusa Rugby in touche
Under16 Ragusa Rugby in touche

A seguire, la Under 16 affronta i coetanei del Lions Messina, in una gara che serve unicamente a definire la classifica del torneo regionale. I giovani di casa iniziano in maniera arrembante, con ben 4 mete in meno di un quarto d’ora, poi gli ospiti serrano le fila e iniziano a premere, sfiorando la meta in un paio di occasioni. I bianconeroazzurri iblei allora riprendono a premere con maggiore convinzione, e nonostante diversi errori in fase conclusiva e una inferiorità numerica – durante la quale subiscono una meta – concludono in crescendo, chiudendo il confronto con un eloquente 79-5.

Under18 Ragusa Rugby 

Anche la Under 18 entra in campo accolta da un corridoio festante, per affrontare invece l’Amatori Catania. Già dalle prime battute il match prende una piega più che positiva per i colori di casa, con un tambureggiare di azioni alla mano praticamente perfette che portano in sequenza i giocatori iblei a mettere giù l’ovale da ogni posizione. Col passare dei minuti il divario, anche atletico, pare eccessivo, nonostante l’iniziale combattività degli etnei: il dilagare ibleo ha però sicuramente prodotto uno scoramento crescente negli avversari, i quali hanno comunque onorato il Rugby fino alla fine.

In conclusione:
l’entusiasmo che avvolge sempre più la masnada dei ragazzini terribili della Under 14 è ampiamente giustificato dai risultati, in attesa però di  ulteriori prove, nelle quali sarà bene non concedere agli avversari alcuni costanti cali di concentrazione. La Under 16 mostra anche lei evidenti segnali di crescita, i nostri ragazzi avevano soltanto bisogno di tempo per maturare e il tempo sta arrivando adesso: i coach Fumarola e Nicita stanno lavorando con impegno sia per colmare definitivamente il gap (sempre più ristretto!) fra vecchi e nuovi Under 16, sia per preparare il nuovo corso del prossimo anno, sia infine in prospettiva Under 18. Under 18 che oramai veleggia con personalità e carattere, e che deve rendersi conto che solo da lei può dipendere l’esito di ogni incontro, senza nulla togliere al valore di ogni singola avversaria che si andrà ad affrontare in futuro.

Insomma, buone nuove per il futuro più o meno immediato del Ragusa Rugby.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *