Categoria: Under 18

Il Ragusa Rugby sfida il Cus Catania

Ibrahim Diallo, Ragusa Rugby, in azione

Coach Nicita: “Vogliamo rappresentare con orgoglio il Ragusa Rugby”

Presente in tribuna l’Associazione Donatori di Midollo Osseo, gemellata per l’occasione

E’ tempo di derby, domani, per il Ragusa Rugby. Allo Stadio di via Forlanini, infatti, arriva il Cus Catania, una delle tre formazioni siciliane, insieme al Clc Messina, che rappresentano il movimento rugbistico in Serie B dell’Isola.

“Sarà una bella partita, avvincente e difficile – spiega coach Adriano Nicita – Da parte nostra, cercheremo di dare il massimo, e anche in settimana i ragazzi si sono allenati al meglio, per preparare nel migliore dei modi una sfida di per sè già suggestiva, ma che può significare molto anche nel percorso di crescita stagionale del nostro gruppo”.

Appuntamento, quindi, alle 14,30. Presente, per l’occasione, in tribuna, l’Associazione Donatori di Midollo Osseo iblea, gemellata per l’occasione con il Ragusa Rugby, che, come sempre, affianca al lato sportivo, anche quello sociale.

“Avremo l’onore di vestire i colori di Admo per questa occasione – afferma il Team Manager, Luca Tavernese – per dare, a tutti i nostri supporter e alla comunità iblea, un messaggio importante. Nel Rugby, il sostegno reciproco è un valore imprescindibile sul terreno di gioco, insieme all’idea del donarsi agli altri, mettendosi a disposizione, specie nei confronti di chi è in difficoltà. Un fil rouge con l’attività quotidiana di Admo a Ragusa. L’auspicio è che tutti i nostri supporters, colgano questa occasione per conoscere l’attività di Admo, associarsi, e rendere così un servizio concreto a tutta la comunità”.

Tornando all’aspetto agonistico, da segnalare che la sfida con il Cus Catania non è nuova per i ragazzi di coach Nicita, che in un test pre-campionato sono arrivati molto vicino ai cugini etnei.

“Ovviamente – sottolinea coach Nicita – la situazione, oggi, è ben diversa, anche perchè, sicuramente, i nostri avversari non erano al completo. Però, quel test, fu una gradita sorpresa per noi, perchè abbiamo capito, proprio in quell’occasione, di non essere tanto lontani da una formazione che può contare su una lunga esperienza accumulata a questi livelli. Il Cus, ne sono certo, cercherà da subito di imporsi, ma noi lotteremo fino alla fine. Sarà un derby da vivere, fino all’ultimo minuto”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Tavernese.

“Da un lato – afferma il Team Manager del Ragusa Rugby – potremo contare sul nostro pubblico che, come sempre, farà la differenza. E’ chiaro, non siamo in un momento eccezionale, specie dal punto di vista degli infortunati. Ma il gruppo, e l’ho constatato personalmente in settimana, continua a credere, con lo stesso entusiasmo, nel percorso tracciato, e negli obiettivi profondi che abbiamo fissato all’inizio della nostra stagione, ossia crescere, fare esperienza, e confrontarci alla pari con realtà rugbistiche di alto livello e con una struttura importante. I nostri “cugini” sono forti, ma domani sapremo rendergli la vita difficile”.

La domenica del rugby ibleo un importante aperitivo sportivo, alle 11,30, con la sfida dell’Under 14 contro i pari età del Cus Catania, nello Stadio di via Forlanini.

L’Under 18 e l’Under 16, invece, saranno impegnate a San Giovanni La Punta, contro i pari età del San Gregorio.

Per la Senior Femminile, infine, raggruppamento alla Cittadella a Catania, centro nevralgico che, insieme a Ragusa, caratterizzerà la domenica rugbistica del Sud-Est siciliano.

Il Ragusa Rugby “giovane” cresce

Bella partita dell’Under 18 a Catania

L’Under 18 Ragusa Rugby impegnato a Catania

Sul neutro polivalente di San Giovanni La Punta, l’Under 18 fa una grande partita contro i pari età dei Briganti di Librino. Risultato finale, 0 a 67, con un’ottima prestazione da parte degli iblei, guidati da coach Massimo Cannata e da Turi Bellina.

“Abbiamo subito, nella fase iniziale, la pressione dei nostri avversari, che per 10 minuti ci hanno tenuto nella nostra metà campo.
Per tutto il primo tempo, peraltro, avevamo il vento forte contro, che non siamo stati bravi a gestire, e che ci ha portato a sbagliare molto.

Ma quando abbiamo deciso di iniziare a giocare al meglio, abbiamo costruito un ottimo gioco alla mano, e una bella copertura del campo.
Alla fine, un’ottima prestazione, dove tutti i ragazzi hanno giocato al meglio, dimostrando di avere voglia di crescere e migliorarsi”.

Ragusa Rugby vs Tigri Bari

La quarta giornata di andata del girone Play Off per la serie B
si gioca a Ragusa.
Ragusa Rugby vs Tigri Bari
Partita determinante per il proseguo della corsa verso la serie B.
Dopo la battuta d’arresto con il Torre del Greco, il quindici ragusano vuole dimostrare a tutti ma soprattutto a se stesso quanto vale veramente. VI aspettiamo numerosi sugli spalti a sostenere il RAGUSA RUGBY!
Per chi ha voglia di vivere il rugby con la R maiuscola, sugli spalti PANINO con la SALSICCIA by Hiblasus: i salumi della tradizione e Birra ghiacciata.
Dopo la partita di serie C, in campo gli under18.
Anche questa una gara da non perdere….
Ragusa Rugby vs CLC Messina
di fatto quasi una finale per l’elite!!!
In trasferta a Catania la formazione Femminile, a Reggio Calabria quella Under16.

I risultati delle Ragusa Rugby di questo fine settimana

“E’ importante non sottovalutare mai nulla. Abbiamo fatto una bella partita, nonostante qualche errore individuale. E’ chiaro che, comunque, sono molto contento dei ragazzi”.

Così coach Alessio Lamia commenta la terza vittoria in altrettante partite dei play-off del Ragusa Rugby che ha battuto, nell’impegno casalingo di ieri, per 78 a 0, il Cosenza.

Migliore in campo, Salvatore Bellina, all’ultimo anno in prima squadra, per limiti d’età. “Devo dire che quest’anno mi sto divertendo molto – spiega – i ragazzi mi aiutano a sentirmi ancora giovane, nonostante gli anni, e in questo momento, anche fisicamente, va tutto bene”. 

Prossima partita per il Ragusa Domenica a Torre del Greco alle ore 12.00, con l’Amatori Torre del Greco.

In Coppa Italia, a Catania, le ragazze del Rugby vincono le due gare del loro raggruppamento, confermando l’imbattibilità. 

Lorenzo Dimartino che le allena ormai da 2 anni ha solo elogi per il Ragusa visto nella prima gara con l’Amatori, ragazze concentrate, giocate fatte a ritmi alti e consigli dei tecnici del Villorba messi in pratica. Tutto il contrario di quello visto nella seconda gara con il CUS Catania, male la fase difensiva, così come anche quella d’attacco.
Dimartino non nasconde il proprio rammarico, dispiacendosi soprattutto per l’approccio mentale delle ragazze nella seconda partita di giornata, aspetto che si ripropone di rivedere durante i prossimi allenamenti.
Anche se il tecnico iblee è critico per quanto visto in campo, va detto che le ragusano hanno comunque vinto ambe due le gare disputate, proseguendo da imbattute il cammino in coppa italia.
Nella speciale classifica delle più meritevoli in campo il terzo gradino sul podio spetta a Chiara Dipasquale per la maturità dimostrata in campo, al secondo posto Giuliana Zaffarana onnipresente su tutte le fasi del gioco, al primo posto Claudia Trombino nuova arrivata, direttamente da Palermo ha saputo adattarsi alla perfezione al gioco delle ragusane apportando continuità e velocità alle giocate.

Grandi risultati anche per l’Under 18, che, sempre a Catania, batte i pari età dell’Amatori per 52 a 7, mantenendo aperta la possibilità di giocarsi il passaggio alle finali per l’accesso al prossimo campionato Under 18 “Elite Nazionale”. 

L’allenatore Massimo Lucenti è molto soddisfatto per l’impegno
mostrato in campo dei ragazzi ” il campo ha evidenziato una sostanziale differenza di livello tra le due formazioni, la nostra squadra è stata brava e matura riuscendo a non adeguarsi al gioco dell’avversario, imponendo il proprio.” Prossimo impegno per gli under18 ragusani il 24 Marzo a Ragusa con il CLC Messina, sfida che diventa determinate per il cammino verso l’elite.

Nel frattempo, i ragazzi dell’under 14 e under 16, sono rientrati da Treviso, dove hanno affrontato i pari età del Villorba e della Benetton Treviso. Un’esperienza bellissima, che potranno raccontare a lungo. 

Ma il risultato più bello, lo hanno ottenuto gli oltre 200 minirugbysti delle categorie under 6, 8, 10 e 12 che, con gli amici del CUS Catania, San Gregorio e Syrako, hanno invaso il campo da rugby di via della Costituzione, impegnandosi con entusiasmo e divertimento, per tutta la mattinata, nelle loro prime mete e placcaggi.