Categoria: Under 12

Tutto il Rugby ragusano di domenica 3 marzo

Domenica sotto un sole caldo, così dicono le previsioni, tanti i ragazzi del Ragusa Rugby impegnati a giocare.
I primi a scendere in campo saranno i minirugbysti delle categorie under6, under8, under 10, e under12, che con gli amici del CUS Catania, San Gregorio e Syrako, invaderanno letteralmente il campo da rugby di via della Costituzione a Ragusa, oltre 200 bambini impegnati nelle loro prime mete e placcaggi.

A seguire alle 13.30 la partita di Serie C valevole per la promozione in B tra Ragusa Rugby e CUS Cosenza. Il Ragusa è primo in classifica avendo vinto le prime due gare del girono play-off, il Cosenza ultimo cercherà di vincere la sua prima partita.

A Catania al San Teodoro di Librino, saranno impegnate le ragazze della squadra senior, nell’ottavo raggruppamento di Coppa Italia femminile. Obbiettivo continuare la striscia positiva di vittorie che le vede ormai imbattute da mesi.

Sempre a Catania, al Paolone alle 11.30, i giovanotti dell’under18 sfidano l’Amatori Catania con l’intento di vincere per mantenere aperta la possibilità di giocarsi il passaggio alle finali per l’accesso al prossimo campionato Under18 Elite Nazionale.

Nel frattempo a Treviso i ragazzi dell Under14 sostenuti dal tifo dei compagni più grandi dell’under16 che hanno giocato già venerdì con Benetton e Villorba, giocheranno con la Benetton Treviso.

Che dire non male come Weekend 😉

Il minirugby del Ragusa Rugby

Sabato scorso è stato il debutto per i piccoli del Ragusa Rugby, una allegra carovana composta da genitori e figli è partita per San Giovanni La punta per affrontare il primo concentramento della stagione.

A scendere in campo i più piccoli per le categorie under 6 under 8 under 10 e under 12, per molti di loro si trattava del debutto.

Seguiti dall’occhio attento di Mariolina Ruta, Michele Buffa, Turi Bellina e della prof Gianna Giummarra i ragazzi si sono divertiti tantissimo. 

Si sono confrontati con altri bambini e hanno da subito compreso lo spirito del nostro sport in campo non si sono risparmiati e anche se per molti di loro era la prima partita nessuno si è tirato indietro. Anche i genitori a bordo campo hanno potuto apprezzare la bellezza del rugby giocato dai bambini.

Tante le cose successe durante la giornata ma quella che più di tutte c’ha lasciato con un immenso sorriso in faccia è stata la corsa verso la propria area di meta di Matteo Molé, il più piccolo del gruppo. Posato il pallone atterra ha esultato come se avesse vinto una finale, tutti intorno a lui hanno festeggiato e gioito, facendogli i complimenti per la sua meta.

Questo è il rugby che ci piace.