Categoria: Senior Femminile

Il Ragusa Rugby sfida il Cus Catania

Ibrahim Diallo, Ragusa Rugby, in azione

Coach Nicita: “Vogliamo rappresentare con orgoglio il Ragusa Rugby”

Presente in tribuna l’Associazione Donatori di Midollo Osseo, gemellata per l’occasione

E’ tempo di derby, domani, per il Ragusa Rugby. Allo Stadio di via Forlanini, infatti, arriva il Cus Catania, una delle tre formazioni siciliane, insieme al Clc Messina, che rappresentano il movimento rugbistico in Serie B dell’Isola.

“Sarà una bella partita, avvincente e difficile – spiega coach Adriano Nicita – Da parte nostra, cercheremo di dare il massimo, e anche in settimana i ragazzi si sono allenati al meglio, per preparare nel migliore dei modi una sfida di per sè già suggestiva, ma che può significare molto anche nel percorso di crescita stagionale del nostro gruppo”.

Appuntamento, quindi, alle 14,30. Presente, per l’occasione, in tribuna, l’Associazione Donatori di Midollo Osseo iblea, gemellata per l’occasione con il Ragusa Rugby, che, come sempre, affianca al lato sportivo, anche quello sociale.

“Avremo l’onore di vestire i colori di Admo per questa occasione – afferma il Team Manager, Luca Tavernese – per dare, a tutti i nostri supporter e alla comunità iblea, un messaggio importante. Nel Rugby, il sostegno reciproco è un valore imprescindibile sul terreno di gioco, insieme all’idea del donarsi agli altri, mettendosi a disposizione, specie nei confronti di chi è in difficoltà. Un fil rouge con l’attività quotidiana di Admo a Ragusa. L’auspicio è che tutti i nostri supporters, colgano questa occasione per conoscere l’attività di Admo, associarsi, e rendere così un servizio concreto a tutta la comunità”.

Tornando all’aspetto agonistico, da segnalare che la sfida con il Cus Catania non è nuova per i ragazzi di coach Nicita, che in un test pre-campionato sono arrivati molto vicino ai cugini etnei.

“Ovviamente – sottolinea coach Nicita – la situazione, oggi, è ben diversa, anche perchè, sicuramente, i nostri avversari non erano al completo. Però, quel test, fu una gradita sorpresa per noi, perchè abbiamo capito, proprio in quell’occasione, di non essere tanto lontani da una formazione che può contare su una lunga esperienza accumulata a questi livelli. Il Cus, ne sono certo, cercherà da subito di imporsi, ma noi lotteremo fino alla fine. Sarà un derby da vivere, fino all’ultimo minuto”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Tavernese.

“Da un lato – afferma il Team Manager del Ragusa Rugby – potremo contare sul nostro pubblico che, come sempre, farà la differenza. E’ chiaro, non siamo in un momento eccezionale, specie dal punto di vista degli infortunati. Ma il gruppo, e l’ho constatato personalmente in settimana, continua a credere, con lo stesso entusiasmo, nel percorso tracciato, e negli obiettivi profondi che abbiamo fissato all’inizio della nostra stagione, ossia crescere, fare esperienza, e confrontarci alla pari con realtà rugbistiche di alto livello e con una struttura importante. I nostri “cugini” sono forti, ma domani sapremo rendergli la vita difficile”.

La domenica del rugby ibleo un importante aperitivo sportivo, alle 11,30, con la sfida dell’Under 14 contro i pari età del Cus Catania, nello Stadio di via Forlanini.

L’Under 18 e l’Under 16, invece, saranno impegnate a San Giovanni La Punta, contro i pari età del San Gregorio.

Per la Senior Femminile, infine, raggruppamento alla Cittadella a Catania, centro nevralgico che, insieme a Ragusa, caratterizzerà la domenica rugbistica del Sud-Est siciliano.

Ragusa Rugby Femminile, giornata positiva

Giornata positiva per le ragazze del Ragusa Rugby (foto Milena Pelligra)

Oggi in campo solo la Senior del Ragusa Rugby Femminile targata Sikura, impegnata nella trasferta a Catania, ospite dell’Amatori, e le ragazze dell’Under 16.

Una giornata molto positiva, per la Senior, come testimoniano le parole, a caldo, di coach Lorenzo, sul trittico di sfide affrontate.

“Un attacco molto veloce ed efficace, con diverse buone giocate. In settimana, continueremo a lavorare su questo aspetto, e sicuramente riprenderemo anche il movimento difensivo, per preparare al meglio la prossima tappa”.

I risultati di giornata, per il Ragusa Rugby targato Sikura, vedono due vittorie, con le Iron Ladies di Palermo, per 34 a 14, e con la Nissa, per 33 a 7, e una sconfitta, contro il Cus Catania, per 21 a 33.

Ancora meglio è andata, invece, all’Under 16 femminile, che ha compiuto un piccolo capolavoro, con un tre su tre senza subire punti. Questi i risultati, Ragusa-Briganti 19 a 0, Ragusa-Marsala 19 a 0, Ragusa-Palermo 7 a 0.

Tutta la soddisfazione della squadra, nelle parole del capitano, Sofia Licitra.

“Abbiamo messo in campo tutte noi stesse, divertendoci e facendo ulteriore esperienza, che ci fa proseguire il percorso di crescita; sono molto fiera di essere parte di questa grande famiglia e, anche se all’inizio ci sono stati dei problemi nel creare la squadra, ho voluto lottare fino in fondo per raggiungere questo obbiettivo e affrontare sia le partite perse che quelle vinte, insieme alla mia squadra. L’obiettivo è quello di migliorare ancora, affrontando le difficoltà insieme, senza farci abbattere, e sono certa che se continuiamo così possiamo andare molto lontano”.

Seconda convocazione in Nazionale a XIII e prima meta per il nostro capitano.

E’ questa la moneta che ripaga i tenti sacrifici fatti da una società come la nostra che fa Rugby di Base. Giulia Iozzia il Capitano della formazione femminile del RAGUSA RUGBY torna dalla sua seconda esperienza con la nazionale di Rugby League XIII, questa volta ad Instanbul contro la Turchia, portandosi a casa la sua PRIMA META IN NAZIONALE

La meta del Capitano del Ragusa Rugby Giulia Iozzia

Ci racconta come è andata:

A differenza della prima volta è stato più facile ambientarsi, in quanto conoscevo già parecchie compagne di squadra, avendo giocato contro la Francia a Carcassonne lo scorso novembre.
L’ansia ha iniziato a prendere il sopravvento nel riscaldamento, ma l’ho subito scacciata lasciando spazio alle emozioni con l’inno, alla concentrazione per la partita e alla voglia di dare il massimo in campo.
Rappresentare la propria nazione è sempre motivo di orgoglio e di fierezza, e son contenta di essere stata tra le giocatrici scelte nell’indossare quella maglia.
Riguardo alla partita: le turche sono partite con una marcia più ingranata della nostra inizialmente realizzando più mete; noi risultavano più contratte al confronto, ma non è un motivo valido per gettare la spugna, anzi abbiamo iniziato a carburare e a realizzare delle belle giocate di squadra, che mi hanno portata a fare meta allo scadere del primo tempo.
È indescrivibile l’orgoglio che mi riempiva il cuore in quel momento e la felicità provata in quell’istante, dovuto anche all’abbraccio delle mie compagne di squadra. Nel secondo tempo iniziamo subito a rimontare mettendo a segno altre due mete importanti, arrivando a pareggiare le mete con la squadra avversaria, restando però indietro di due trasformazioni. A metà del secondo tempo un infortunio mi ha costretto ad abbandonare il campo e stessa sorte tocca qualche minuto dopo ad altre due mie compagne indebolendo il ruolo di pilone.

Alla fine dell’incontro perdiamo di misura contro le turche 18-14, ma ne usciamo a testa alta, consapevoli dell’impegno messo e del nostro valore. L’infortunio non ci voleva, anche alla luce dei prossimi incontri a metà giugno e inizi di luglio contro la Serbia e la Francia, ma nonostante questo, ne esco come sempre felice di aver fatto questa meravigliosa esperienza, sicuramente unica e costruttiva, spero di rimettermi quanto prima ed essere pronta per l’inizio della nuova stagione.

Giulia Iozzia capitano del Ragusa Rugby

Finale di Coppa Italia femminile è festa tutto il giorno.

Questa domenica ultima tappa di coppa Italia femminile.
Festeggiamo tutti insieme dalle 10:30 la vittoria del titolo delle nostre ragazze.
A seguire la partita della formazione Under 16,
poi festa fino a tarda sera!

ROGRAMMA 12 MAGGIO 2019

10:30 FINALE COPPA ITALIA FEMMINILE

13:30 RAGUSA RUGBY VS MESSINA UNDER 16

15:30 TERZO TEMPO CON MUSICA E GIOCHI

(Beer pong, tiro alla fune, corsa con i sacchi e molti altri giochi!)

20:00 MUSICA DAL VIVO CON DUE BAND:

THE MARVS BAND E CROW DALE

ad accompagnare un po’ di musica ci sarà una bella grigliata

22:00 continueremo a giocare e ballare