Categoria: Mini Rugby

I risultati delle Ragusa Rugby di questo fine settimana

“E’ importante non sottovalutare mai nulla. Abbiamo fatto una bella partita, nonostante qualche errore individuale. E’ chiaro che, comunque, sono molto contento dei ragazzi”.

Così coach Alessio Lamia commenta la terza vittoria in altrettante partite dei play-off del Ragusa Rugby che ha battuto, nell’impegno casalingo di ieri, per 78 a 0, il Cosenza.

Migliore in campo, Salvatore Bellina, all’ultimo anno in prima squadra, per limiti d’età. “Devo dire che quest’anno mi sto divertendo molto – spiega – i ragazzi mi aiutano a sentirmi ancora giovane, nonostante gli anni, e in questo momento, anche fisicamente, va tutto bene”. 

Prossima partita per il Ragusa Domenica a Torre del Greco alle ore 12.00, con l’Amatori Torre del Greco.

In Coppa Italia, a Catania, le ragazze del Rugby vincono le due gare del loro raggruppamento, confermando l’imbattibilità. 

Lorenzo Dimartino che le allena ormai da 2 anni ha solo elogi per il Ragusa visto nella prima gara con l’Amatori, ragazze concentrate, giocate fatte a ritmi alti e consigli dei tecnici del Villorba messi in pratica. Tutto il contrario di quello visto nella seconda gara con il CUS Catania, male la fase difensiva, così come anche quella d’attacco.
Dimartino non nasconde il proprio rammarico, dispiacendosi soprattutto per l’approccio mentale delle ragazze nella seconda partita di giornata, aspetto che si ripropone di rivedere durante i prossimi allenamenti.
Anche se il tecnico iblee è critico per quanto visto in campo, va detto che le ragusano hanno comunque vinto ambe due le gare disputate, proseguendo da imbattute il cammino in coppa italia.
Nella speciale classifica delle più meritevoli in campo il terzo gradino sul podio spetta a Chiara Dipasquale per la maturità dimostrata in campo, al secondo posto Giuliana Zaffarana onnipresente su tutte le fasi del gioco, al primo posto Claudia Trombino nuova arrivata, direttamente da Palermo ha saputo adattarsi alla perfezione al gioco delle ragusane apportando continuità e velocità alle giocate.

Grandi risultati anche per l’Under 18, che, sempre a Catania, batte i pari età dell’Amatori per 52 a 7, mantenendo aperta la possibilità di giocarsi il passaggio alle finali per l’accesso al prossimo campionato Under 18 “Elite Nazionale”. 

L’allenatore Massimo Lucenti è molto soddisfatto per l’impegno
mostrato in campo dei ragazzi ” il campo ha evidenziato una sostanziale differenza di livello tra le due formazioni, la nostra squadra è stata brava e matura riuscendo a non adeguarsi al gioco dell’avversario, imponendo il proprio.” Prossimo impegno per gli under18 ragusani il 24 Marzo a Ragusa con il CLC Messina, sfida che diventa determinate per il cammino verso l’elite.

Nel frattempo, i ragazzi dell’under 14 e under 16, sono rientrati da Treviso, dove hanno affrontato i pari età del Villorba e della Benetton Treviso. Un’esperienza bellissima, che potranno raccontare a lungo. 

Ma il risultato più bello, lo hanno ottenuto gli oltre 200 minirugbysti delle categorie under 6, 8, 10 e 12 che, con gli amici del CUS Catania, San Gregorio e Syrako, hanno invaso il campo da rugby di via della Costituzione, impegnandosi con entusiasmo e divertimento, per tutta la mattinata, nelle loro prime mete e placcaggi. 

Tutto il Rugby ragusano di domenica 3 marzo

Domenica sotto un sole caldo, così dicono le previsioni, tanti i ragazzi del Ragusa Rugby impegnati a giocare.
I primi a scendere in campo saranno i minirugbysti delle categorie under6, under8, under 10, e under12, che con gli amici del CUS Catania, San Gregorio e Syrako, invaderanno letteralmente il campo da rugby di via della Costituzione a Ragusa, oltre 200 bambini impegnati nelle loro prime mete e placcaggi.

A seguire alle 13.30 la partita di Serie C valevole per la promozione in B tra Ragusa Rugby e CUS Cosenza. Il Ragusa è primo in classifica avendo vinto le prime due gare del girono play-off, il Cosenza ultimo cercherà di vincere la sua prima partita.

A Catania al San Teodoro di Librino, saranno impegnate le ragazze della squadra senior, nell’ottavo raggruppamento di Coppa Italia femminile. Obbiettivo continuare la striscia positiva di vittorie che le vede ormai imbattute da mesi.

Sempre a Catania, al Paolone alle 11.30, i giovanotti dell’under18 sfidano l’Amatori Catania con l’intento di vincere per mantenere aperta la possibilità di giocarsi il passaggio alle finali per l’accesso al prossimo campionato Under18 Elite Nazionale.

Nel frattempo a Treviso i ragazzi dell Under14 sostenuti dal tifo dei compagni più grandi dell’under16 che hanno giocato già venerdì con Benetton e Villorba, giocheranno con la Benetton Treviso.

Che dire non male come Weekend 😉

Perchè la domenica si va in campo tutti insieme.

Ingresso in campo

Sono piccoli, ma sembrano avere già le idee chiare e lo hanno dimostrato domenica scorsa prendendo per mano i loro super eroi “quelli grandi”, come lo chiamano loro, che fanno rugby da tanto tempo e sono fortissimi! Fieri di esserci per la loro prima squadra, sfidando il freddo, i piccolini delle categorie Under del RAGUSA, hanno tifato è sostenuto, insieme alle loro famiglie, i loro beniamini, sognando di essere un giorno al loro posto con la stessa grinta, determinazione e coraggio.
L’aria che si respirava è quella di sempre del rugby, quella sana della competizione intelligente e costruttiva, della condivisione, della famiglia oltre la squadra, dove ognuno è importante e svolge un ruolo di supporto per i compagni!

Perché è questo.. è famiglia. È insieme!

I Minirugbysti del Ragusa Rugby al Trofeo Maccarrone di Catania

Domenica scorsa alla cittadella universitaria di Catania altro grande appuntamento del minirugby siciliano.
Organizzato dal CUS Catania Rugby il trofeo Maccarrone ha visto partecipare oltre 150 ragazzini, tra questi anche quelli del Ragusa Rugby. Bambini dai 4 hai 11 anni che grazie anche ad una bellissima giornata di sole, sì sono divertiti sotto lo sguardo attento di accompagnatori e allenatori ma anche dei tanti genitori che li hanno accompagnati in questa loro seconda uscita stagionale.