Ragusa Rugby, grande prestazione

Gli iblei perdono ma lottano contro Paganica

Ragusa Rugby – Paganica Rugby 7-48 (p.t. 7-19)

Ragusa Rugby: Derball A., Spadaro B., Cusumano S., Cicciarella L., Spata G., Malfa S., La Rocca R., Imbesi D., Giannì M., Lorefice G., Dicaro V., Garozzo G., Cilia S., Lami G., Bonomo M.

A disp: Cappa G., Diallo I.

Paganica Rugby: Cialente G., Zaccagnini M., Rotellini S., Del Zingaro S., Lolli L. M., Rotellini F., Travaglia P., Turavani A., Zugaro L., Recchiuti C., Dima R., Federico L., Liberatore A., Lattanzio C., Liberatore Alessio.

A disp: Chiaravalle L., Spagnoli R., Ianni M., Feneziani V.

p.t. 7′ m. Rotellini S. (Meta e Trasformazione 0-7), 15′ m. Cialente G. (Meta, 0-12), 28′ m. Dicaro V. (Meta), Malfa S. (Trasformazione 7-12), 33′ m. Rotellini F. (Meta), Rotellini S. (Trasformazione 7-19).

s.t. 42′ m. Federico L. (Meta), Rotellini S. (Trasformazione, 7-26), 45′ m. Turavani A. (Meta, 7-31), 58′ m. Lattanzio C. (Meta), Del Zingaro S. (Trasformazione, 7-38), 73′ m. Ianni (Meta, 7-43), 78′ m. Federico L. (Meta, 7-48).

Arbitro: Francesco Cagnin della sezione di Venezia

Bella prestazione per il Ragusa Rugby contro Paganica. Vincono gli ospiti

Una bellissima sfida tra due formazioni che hanno interpretato al meglio i valori del rugby.

Vincono gli ospiti, ovvero il Paganica, ma il Ragusa Rugby di coach Berretti, dopo la vittoria contro la Partenope di domenica scorsa, dimostra che il lavoro fatto finora getta basi solide in prospettiva futura, specie per la prossima stagione.

Gara che si mette subito sui binari della piena combattività agonistica tra due formazioni ben messe in campo e con grande voglia di lottare e soffrire.

Partono forte gli ospiti, che passano la curva del primo quarto d’ora in vantaggio. Ma il Ragusa Rugby, come del resto dimostrato nel corso della stagione e soprattutto nelle ultime sfide, non ci sta e riporta la gara sul filo dell’equilibrio con una splendida meta, al 28′, al termine di una bella azione corale.

Da quel momento è sfida minuto dopo minuto. La forza fisica di Paganica, però, fa la differenza e la meta sul finire della prima frazione di gioco fa virare gli ospiti sul risultato di 7 a 19.

Nel secondo tempo, il Ragusa Rugby continua a lottare, ma Paganica si organizza e conduce senza problemi in porto il proprio match.

“E’ stata una bella prestazione – spiega coach Peppe Berretti a fine match – tra due squadre che ci hanno provato fino alla fine, e che hanno dimostrato un grande impegno in ogni fase del match. Per noi è la conferma che l’ottimo lavoro svolto finora è frutto di un percorso che, da qui in avanti, ci condurrà a migliorare ulteriormente, non solo dal punto di vista tecnico e agonistico, ma soprattutto della convinzione e della forza del nostro gruppo”.

Ragusa Rugby, test Paganica

Domenica impegnativa per gli iblei

Dopo la vittoria all’insegna della determinazione e dell’entusiasmo contro la Partenope, i ragazzi del Ragusa Rugby guidati da coach Peppe Berretti sono chiamati, domenica, a sfidare Paganica.

Un esame casalingo importante per la crescita degli iblei, come sottolinea il presidente, Erman Dinatale. “Abbiamo dato una bella iniezione di entusiasmo e di voglia con la vittoria di domenica – spiega – ora, ovviamente, il prossimo test sarà fondamentale non tanto per il risultato ma per capire se quelle risposte, che del resto abbiamo sempre avuto durante tutta la stagione, in termini di immpegno ed entusiasmo saranno confermate dopo l’ultima bella prova”.

Appuntamento allo stadio del Rugby di via Forlanini con inizio alle 11 e invito generale per il successivo terzo tempo.

Anche perchè, nel pomeriggio, sarà la volta delle atlete della Seven Femminile, impegnate, a partire dalle 15, nel raduno di Coppa Italia Sicilia che vedrà, oltre alle iblee, anche Palermo, Cus, Briganti e Malta.

“Sarà un altro passo avanti – spiega coach Lorenzo Dimartino – nel percorso intrapreso e che, in particolare nell’ultimo raduno, ha visto una vera e propria prova di carattere e di forza da parte delle nostre atlete. Ora, in casa, si tratta di replicare quell’intensità e quell’entusiasmo che mi ha lasciato davvero soddisfatto nelle ultime prove e che segna il miglior viatico in vista della prossima stagione”.

Ragusa Rugby, è vittoria con Partenope

Mattia Giannì, migliore in campo Re-Max di giornata, impegnato in un’azione

Ragusa Rugby – Partenope 19-11 (p.t. 12-11)

Ragusa Rugby: Paternò M., Diallo I., Cusumano S., Cicciarella L., Paternò G., Malfa S., La Rocca R., Imbesi D., Cilia S., Guastella S., Dicaro V., Giannì M., Russo S., Lami G., Bonomo M.

A disp: Lorefice G., Spata G., Cappa G., Derball A.

Partenope Rugby: Esposito C. M., Paesano D., Mazzucchi M. A., Disa F., Berti A., Gherardi M., Iodice M., Ricciardi E., Pionelli E., Petrone S., Russo S., Buonincontro V., Barbato P., Righetti R., Caterino F.

A disp: Lorido G., Adamo I. Carta F., Cristiano D., Pugliese B., Giovanni E., Conticorvo A.

p.t. 3′ m. Berti A., (Piazzato 0-3), 6′ m. Paternò G. (Meta e Trasformazione, 7-3), 10′ m. Berti A. (Piazzato 7-6), 21′ m. Malfa S. (Meta, 12-6), 40′ m. Esposito C. M. (Meta, 12-11)

s.t. 72′ m. Diallo I. (Meta) Paternò G. (Trasformazione, 19-11).

Arbitro: Riccardo Fagiolo, sezione di Colleferro

L’urlo di gioia classico per il Ragusa Rugby ha chiuso una grande giornata di sport per i colori iblei.

Vittoria contro la Partenope, in casa, la prima della stagione, al termine di una sfida tiratissima, tra due formazioni che ci hanno provato fino all’ultimo, andando oltre ogni ostacolo durante tutto il match.

Una bella gara, godibile, con continui attacchi e risposte, in una sfida decisa, come dimostra il risultato finale, dagli episodi, che questa volta hanno dato ragione agli iblei.

Primo tempo ad alto ritmo, con le due formazioni che si sono date battaglia fin dall’inizio. Alla partenza sprint degli ospiti, gli iblei hanno risposto tessendo con pazienza le loro trame di gioco e passando subito in vantaggio. Resistenza fino al riposo, chiuso con un vantaggio risicatissimo, ma utile per il morale.

Poi, un secondo tempo all’insegna dell’agonismo e della passione, da parte di entrambe le squadre. Momento topico, proprio alla metà della seconda frazione di gioco. Gli ospiti non concretizzano un interessante trama di gioco, utile per passare in vantaggio e gli iblei, al termine di un’azione manovrata, riescono ad andare in meta. Da lì, i padroni di casa controllano e il match si chiude, come detto, con la gioia sugli spalti del folto pubblico presente.

“E’ stata una bella sfida – spiega coach Peppe Berretti – che siamo riusciti a vincere usando la calma e la testa, in tutti i momenti difficili del match. Faccio i complimenti ai ragazzi, che meritavano un risultato importante. Ora continuiamo così”.

Migliore in campo Re-Max di giornata Mattia Giannì, che si è detto “molto soddisfatto per le risposte che il gruppo ha saputo dare, con grande determinazione ed entusiasmo”.

Sconfitta, invece, poco prima, per l’Under 17 di coach Iozzia, battuta dalla Lazio, al termine di una sfida complessa dove, per larghi tratti, i padroni di casa avevano dato filo da torcere agli ospiti i quali, comunque, hanno dato una grande dimostrazione di forza.

“Abbiamo sviluppato delle ottime trame di gioco – ha sottolineato Lorenzo Dimartino, responsabile del settore tecnico giovanile – ma purtroppo non siamo riusciti a concretizzare il buon lavoro svolto. Dobbiamo continuare così, comunque, e sono certo che miglioreremo ulteriormente i nostri risultati”.

Ragusa Rugby, impegno massimo

Derby con risposte positive contro Messina

Ragusa Rugby – Messina 5-52 (p.t. 5-28)

Ragusa Rugby: Paternò M., Paternò G., Cusumano S., Cicciarella L., Derball A., Malfa S., Dimartino D., Lorefice G., Giannì M., Guastella R., Garozzo G., Imbesi D., Dicaro V., Lami G., Bonomo M.

A disp: Cilia S., Cappa G., Spata G.

Messina: Solano A., Oliva G., Gemelli C., Perri D., Soffli G., Santilano S., Mastronardo M., Spadaro G., Bianco L., Tornesi M., Blandino G., Salvador F., Maggio, G., Rizzo G., Durante I.

A disp. Pandolfino S., Mercante G., Hasanoviq M., Muyodi E., Quaranta A., De Salvo D., Privitera G.

p.t. 13′ m. Santilano (Meta), Solano (Trasformazione, 0-7); 20′ m. Oliva (Meta), Solano (Trasformazione, 0-14); 32′ m. Bianco (Meta), Solano(Trasformazione, 0-21); 39′ m. Cicciarella (Meta, 5-21); 40′ m. Durante (Meta), Solano (Trasformazione, 5-28).

s.t. 47′ m. Privitera (Meta, 5-33); 55′ m. Blandino (Meta, 5-38); 66′ m. Oliva (Meta), Solano (Trasformazione, 5-45), 72′ m. Oliva (Meta), Solano(Trasformazione, 5-52).

Arbitro: Davor Vidackovic, sezione di Milano. Assistenti: Santocono e Gurrieri

Il migliore in campo del Ragusa Rugby, Cicciarella

Una sconfitta casalinga per il Ragusa Rugby nel derby siciliano di ieri, nello stadio di viva Forlanini, contro Messina.

Ma una partita gagliarda da parte dei ragazzi di coach Peppe Berretti, che, come sempre, hanno giocato con il massimo impegno e, per lunghi tratti del match, anche con un’ottima qualità.

Chiaramente le assenze e qualche distrazione di troppo, specie nella fase realizzativa, non hanno consentito agli iblei di migliorare il proprio score.

Anche perchè, fin dall’inizio, Messina è partita forte, dopo i primissimi minuti di studio da parte di entrambe le formazioni, infilando in 15 minuti ben tre mete pesanti. Ma Ragusa ha saputo reagire e, poco prima del riposo, al termine di una bellissima azione corale, è riuscita a infilare la difesa avversaria e giungere a meta. Nel secondo tempo, gli iblei hanno resistito per lunghi tratti alle ottime trame del Messina, e alla fine il parziale, seppur pesante, non rispecchia in toto l’andamento del match.

Una sconfitta senza demeriti per il Ragusa Rugby nel derby siciliano

“Molto soddisfatto per l’impegno dei ragazzi – è il commento diretto di coach Peppe Berretti – e convinto che i miglioramenti che siamo riusciti a compiere in queste settimane saranno decisivi soprattutto in vista della prossima stagione. Ora continuiamo così”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Team Manager del Ragusa Rugby, Mario Bella. “Il nostro percorso prosegue, un tassello alla volta. E la partita di ieri dimostra, ancora una volta, che il lavoro svolto nel corso delle settimane sta dando i suoi frutti”.

Oggi, intanto, l’Under 17 è impegnata nella sfida di ritorno, a Roma, per il girone dell’interregionale, contro Fiamme Oro. Dopo l’andata, il compito per i ragazzi di coach Angelo Iozzia è complesso, ma gli iblei non faranno mancare, sicuramente, il massimo impegno.